L’intervento clinico sul Bambino adottivo straniero e il suo ambiente di vita

Consulenza Psicologica

117,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 16/01/2023

Docenti:
Nicoletta Calenzo  

  • 12 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

7.221 visualizzazioni totali

Il corso ondemand “L’intervento clinico sul Bambino adottivo straniero e il suo ambiente di vita” ti permetterà di acquisire conoscenze, competenze e tecniche intorno alla clinica e alla teoria del bambino adottivo straniero.

All’interno del sito della Commissione Adozioni Internazionali leggiamo che: “L’Italia resta il Paese al mondo con la più alta propensione all’adozione internazionale, in ragione del rapporto abitanti e minori adottati e seconda solo agli Stati Uniti per numero assoluto di adozioni”.

I risultati forniti dall’Istituto degli Innocenti di Firenze, su una ricerca fatta nel 2017 sul territorio Toscano, si evince che “tra i 114 bambini e ragazzi rientrati nello studio, più del 62 per cento sono maschi, in media hanno un’età poco inferiore ai 13 anni, l’86 per cento proviene da adozioni realizzate all’estero

Il 75 per cento delle famiglie ha avuto bisogno di rivolgersi a un neuropsichiatra infantile e i motivi principali della presa in carico dei servizi sono le difficoltà comportamentali (nel 61,9% di casi, che vanno dall’iperattività ai comportamenti aggressivi verso gli altri o verso se stessi), le difficoltà a scuola (che hanno riguardato il 59,3% del campione e che possono essere problemi nello studio delle diverse materie come nella relazioni con compagni o insegnanti), le difficoltà psicologiche (44,2%, dai disturbi dell’umore a quelli del sonno, dall’eccessiva timidezza alla ricerca di attenzione)”.

Alla luce dei suddetti dati, il presente Corso Online potrai acquisire le più attuali conoscenze scientifiche sull’impatto dell’adozione internazionale sui minori, le dimensioni culturali ed antropologiche che entrano in gioco nel favorire e/o ostacolare i processi adottivi internazionali, sui diversi ambienti di origine, sui loro vissuti, il loro spaesamento, la loro sofferenza e i loro bisogni.

Attraverso il contributo delle neuroscienze, della letteratura sulle separazioni precoci madre-bambino, della psicoanalisi, della voce dei bambini e alcuni spezzoni di film questo corso online ti permetterà di acquisire conoscenze, competenze e tecniche specifiche utili a comprendere ed intervenire sulla complessità del bambino adottivo, affinché divenga consuetudine nel setting clinico, nella famiglia e nella scuola valorizzarne le diversità, le risorse e sostenerne lo sviluppo.

Che cosa ci deve essere alle origini della vita, in termini di presenza? Quali sono le funzioni che questa presenza svolge? Quando la presenza necessaria alla crescita dell’individuo si tramuta in assenza che cosa accade allo sviluppo del neonato? Quali le funzioni dello psicoterapeuta? Quali i fattori terapeutici che permettono al bambino di integrare la precoce esperienza di solitudine e abbandono?

 

Obiettivi e finalità didattiche

I professionisti che parteciperanno al corso avranno la possibilità di approfondire, ampliare, arricchire le proprie conoscenze, competenze circa le dinamiche che si attivano all’interno del nucleo familiare del bambino adottivo straniero e della sua vita scolastica.

Partendo dalla descrizione dei diversi ambienti di origine dei bambini (Russia, Ucraina, Haiti, Colombia, Messico, Tanzania), sostenuta da immagini fotografiche e dalla visione di spezzoni di cartoni animati, i partecipanti avranno l’opportunità di immergersi in quei contenuti affettivi, clinici e poi teorici, specifici dell’infanzia abbandonata.

I partecipanti avranno, inoltre, la possibilità di esplorare un metodo di intervento psicoterapeutico rivolto al bambino adottivo e a tutto il suo ambiente di vita, la coppia genitoriale e la scuola.

 

Destinatari e ricaduta occupazionale

Il corso ondemand è rivolto a Psicologi, Psicoterapeuti che desiderano acquisire:

  • strumenti, tecniche e teorie che aiutano il clinico a comprendere le specificità del bambino straniero adottato e contribuisce a riflettere su una particolare modalità di lavoro, quella del Setting Multiplo e Integrato
  • strumenti per lavorare nella scuola con gli insegnanti, rispondendo così al bisogno educativo, talvolta ancora inevaso, di questi bambini nella scuola.

 

Programma

 

PRIMO MODULO:  Viaggio all’interno degli ambienti di origine.

  • Quali origini per il bambino adottivo straniero?
  • Ambienti primari e condizioni di vita nei diversi paesi di origine del bambino adottivo (Russia, Ucraina, Haiti, Colombia, Messico, Tanzania).
  • Per ogni ambiente un bambino speciale.
    • Orfanotrofio.
    • Case famiglia.
    • Villaggi.
    • Baracche.
    • Strada.
  • Il contributo del cinema:
    • I Robinson. Una famiglia spaziale.
    • Couleur de peau: Miel.
    • Storia della gabbanella e del gatto.

 

SECONDO MODULO: L’incontro mancato: Il contributo delle neuroscienze, della letteratura e del cinema.

  • Conseguenze neurologiche dell’abbandono e della trascuratezza.
  • L’invisibilità della trascuratezza infantile: quale impatto sullo sviluppo neuronale?
  • I contributi di Bessel Van der Kolk  e Alan Shore.
  • Dati scientifici degli ultimi 60 anni di ricerca sugli effetti delle separazioni precoci madre-bambino.
    • Bambini istituzionalizzati: Renè Arpad Spitz (1945).
    • Maltrattamento neuroarcheologico: Wayne Dennis (1973).
    • Nanismo psicosociale e ritardo psicomotorio: Money e Annecillo (1976).
  • Esempi clinici: le cartelle mediche del Paese di origine e le diagnosi neuropsichiatriche.
  • Bambini selvaggi
  • Il contributo del cinema:  Kaspar Hauser (1815) e Nell (film 1994).

 

TERZO MODULO: Sul sentirsi accolti: Il contributo della psicoanalisi e del cinema.

  • L’ambiente primario in psicoanalisi.
  • Che cosa ci deve essere alle origini della vita, in termini di presenza.
  • Quali sono le funzioni che questa presenza svolge.
  • Cosa accade al bambino quando la presenza necessaria alla crescita si tramuta in assenza.
  • Fattori terapeutici che permettono al bambino di integrare l’esperienza pregressa l’adozione e trasformarla in risorsa.
  • Il contributo del cinema: La mia vita da zucchina.
  • L’importanza del lavoro in rete.
  • Setting Multiplo e Integrato:
    • A. La psicoterapia col bambino.
    • B. La psicoterapia delle funzioni genitoriali nella coppia: Costruire uno spazio mentale germinativo capace dei accogliere il bambino.
    • C. Psicoterapia di gruppo con coppie adottive: strumenti a mediazione. Costruzione del “Il mio primo album fotografico”. Il Photolangage.
    • D. La collaborazione con i servizi territoriali: Neuropsichiatri, Assistenti Sociali, Logopedisti
    • E. Introduzione a come lavorare con la scuola.
  • Esempio clinico: Jimmy.

 

QUARTO MODULO : Adozione e scuola. 

  • Specifiche caratteristiche del bambino adottivo nella scuola dell’infanzia:
    • Ritardi psicomotori, del linguaggio, della simbolizzazione.
    • Difficoltà di addormentamento e sonno.
    • Problemi dell’area alimentare.
    • Disturbi dell’attaccamento.
  • Specifiche caratteristiche del bambino adottivo nella scuola primaria e secondaria:
    • Difficoltà di relazione/socializzazione e nell’immagine di sé.
    • Rabbia e aggressività etero-diretta o auto-diretta.
    • Difficoltà nell’apprendimento della letto-scrittura.
    • Difficoltà dell’area astrazione e simbolizzazione.
  • Contributi tecnici possibili che lo psicoterapeuta può fornire agli insegnanti.
  • Come aiutare l’insegnante e il singolo bambino negli apprendimenti.
    • Quando inserire il bambino nella scuola e in quale classe.
    • Quando fare la valutazione neuropsichiatria.
    • Quando inserire un tutor per gli apprendimenti.
  • Come aiutare l’insegnante quando la difficoltà è di socializzazione.
  • Condivisione del “Progetto per l’inclusione del bambino adottivo straniero nella scuola.
  • Esempio clinico: Richard: “A scuola… io divento una furia…”
  • Il contributo del cinema: Les Choristes.

Modalità di fruizione

I Corsi Ondemand sono formati da videolezioni registrate. Una volta acquistato, lo troverai disponibile nella tua Area riservata e potrai seguirlo quante volte vorrai per 12 mesi dalla data di acquisto. Da desktop, da tablet, da smartphone.

Docenti

Nicoletta Calenzo

Nicoletta Calenzo

Nicoletta Calenzo è psicoterapeuta e psicoanalista ad orientamento interpersonale. Dal 2001 si occupa di adozione internazionale. Lavora da oltre 15 anni presso uno degli Enti...
Vai al Profilo di Nicoletta Calenzo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’intervento clinico sul Bambino adottivo straniero e il suo ambiente di vita”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

117,00  IVA inclusa

Have no product in the cart!
0