Lavorare come Psicologo sulle Malattie Croniche

Lavorare come Psicologo sulle Malattie Croniche

Lavorare come psicologo nell’ambito delle malattie croniche rappresenta uno degli scenari di opportunità professionale ad oggi più interessanti.

Le malattie croniche sono caratterizzate dalla presenza di sintomi che perdurano nel tempo, le terapie possono portare miglioramenti, ma non risolutivi: cardiopatie, tumori, diabete, malattie neurologiche, neurodegenerative, disturbi muscolo-scheletrici, piuttosto che malattie croniche di natura virale come AIDS o l’epatite, ecc…

Le malattie croniche obbligano la persona a modificare e/o ridimensionare le proprie abitudini ed aspettative sul futuro, a negoziare ed integrare la propria identità e le relazioni sociali. Le patologie croniche hanno quindi un grande impatto sulla qualità di vita del paziente e dei caregivers.

La condizione di malato cronico è spesso legata a stati più o meno importanti di ansia, depressione, stress, che a loro volta incidono negativamente sull’aderenza alle terapie, sugli esiti della riabilitazione, generando spesso complicanze e comorbidità che impattano sulla salute della persona, ma anche sui costi sostenuti dalla sanità.

In Italia, l’incidenza sempre più alta delle patologie croniche ha portato il Ministero della Salute a definire un “Piano Nazionale Cronicità” e la presenza dell’Ordine Psicologi Lazio al “Tavolo Task-Shifting Cronicità” del MinSalute è riprova dell’importanza che il lavoro dello psicologo ha nell’ambito delle malattie croniche.

 

Le competenze per lavorare come Psicologo sulle Malattie Croniche

  •  

    Gli ultimi articoli su Psicologia e Malattie Croniche

    L’insonnia cronica provoca evidenti interruzioni delle connessioni funzionali del cervello

    L’insonnia cronica provoca evidenti interruzioni delle connessioni funzionali del cervello.

    Sonno ed Insonnia: nuovi scenari per la gestione psicologica, breve, personalizzata e specialistica di un problema sempre più diffuso

    CBT-I, Cognitive Behavioural Therapy for Insomnia, si sta rivelando il trattamento d’elezione per il Disturbo, particolarmente gradito per la sua brevità (soli 8 colloqui tra Valutazione e Trattamento), per la specificità sul sintomo, per l’ efficacia sul medio-lungo periodo e per l’assenza di effetti collaterali. Il Protocollo è efficacemente applicabile sia dagli Psicologi che dagli Psicoterapeuti.

    CBT-I Protocollo

    Curare l’insonnia mediante il Protocollo breve cognitivo-comportamentale specifico per l’insonnia (CBT), uno strumento pratico che è attualmente il trattamento
    d’elezione per i disturbi del sonno

    Il 20% dei pazienti oncologici convive con un disturbo da stress post-traumatico

    Uno studio recente ha mostrato che circa un quinto dei pazienti affetti da tumore ha subito un disturbo da stress post-traumatico (PTSD) alcuni mesi dopo la diagnosi, e molti di questi pazienti hanno continuato a convivere con PTSD anni dopo.

    Come prevenire l’Alzheimer: una lezione di Lisa Genova

    L’Alzheimer non deve essere il destino del tuo cervello, afferma la neuroscienziata e autrice di “Still Alice”, Lisa Genova, che nel video condivide le ultime ricerche scientifiche sulla malattia e alcune promettenti ricerche su ciò che ognuno di noi può fare per costruire un cervello resistente all’Alzheimer.

    Link tra sonno Rem e stress post-traumatico

    La qualità del sonno potrebbe aiutare a capire chi è più incline a sviluppare questi stress post-traumatico, perché i livelli di sonno REM contribuirebbero a modulare l’attività del cervello in seguito a un evento pauroso

    Certificati di partecipazione
    Ogni corso rilascia l'attestato di partecipazione

    Corsi ondemand sempre tuoi
    Saranno tuoi a vita, sempre accessibili nella tua mediateca personale

    Dove vuoi, quando vuoi
    Corsi ondemand e webinar fruibili da pc, tablet e smartphone

    Qualità garantita
    Un'offerta formativa di alta qualità, pratica, spendibile, modulare

    © 2012-2018 Tutti i diritti riservati. FormazioneContinuaInPsicologia.it è di proprietà di Liquid Plan srl, p.iva 11818651009

    Possiamo aiutarti?

    Compila i seguenti campi per contattarci in caso di dubbi o problemi con i nostri servizi.

     

    Grazie!
    Ti ricontatteremo via email.