Lavorare come Psicologo dello Sport

Lavorare come Psicologo dello Sport

Lo Psicologo dello Sport è un profilo professionale relativamente giovane, ma con grandi margini di sviluppo.

E’ uno psicologo regolarmente iscritto all’Albo, con una specifica formazione in Psicologia dello Sport acquisita attraverso corsi di formazione ed esperienza sul campo.

Lo Psicologo dello Sport offre un prezioso contributo a diversi livelli. A titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • Agonismo: allena le abilità mentali e potenzia le performance degli atleti agonisti. Lavora quindi su attenzione, concentrazione, motivazione, capacità di porsi obiettivi, gestione dello stress, ecc…;
  • Organizzazione: facilita comunicazione e relazioni funzionali tra allenatore, atleta, squadra, organizzazione sportiva e/o utenza al fine di ottimizzare le condizioni utili a perseguire gli obiettivi sportivi prefissati;
  • Età evolutiva: attraverso l’attività sportiva lo psicologo favorisce lo sviluppo emotivo e socio-affettivo dei ragazzi (dai 3/4 anni ai 18/19 anni), la loro capacità di auto-regolazione e auto-determinazione, non solo a fini prestazionali, ma ancor prima personali;
  • Wellness: opera principalmente in palestre e centri benessere favorendo esperienze sportive (e di fitness) che generino equilibrio psicofisico e concorrano a favorire benessere psicologico, qualità di vita, riduzione stress ,ecc…;
  • Terza e quarta età: allena la concentrazione che tende fisiologicamente a diminuire in età avanzata, favorisce l’individuazione di punti di forza spesso misconosciuti agli stessi familiari, aiuta a gestire meglio le energie che tendono naturalmente a diminuire nella persona anziana, sostiene attraverso l’attività sportiva processi di socializzazione, ecc…

 

Le competenze per lavorare come Psicologo dello Sport

  • MB-eat

    di Maria Assunta Giusti

  • La cura in psicoterapia

    di Marco Mascioli

  • Compassionate Summit 2022

    di Nicola Piccinini

  • Partita IVA per Psicologi

    di Sofia Quartararo

  • Gli ultimi articoli sulla Psicologia dello Sport

    Il ruolo dei genitori tra impegno sportivo e scolastico

    Lo sport è considerato uno degli aspetti più salienti e importanti della nostra cultura moderna. Un recente studio condotto dall’Università del Montreal ha preso in esame i risultati scolastici di 2700 adolescenti e li ha incrociati, analizzando i benefici portati dall’attività sportiva. Ne è emerso che quelli che praticano regolarmente sport al di fuori della scuola, conciliando impegno sportivo […]

    Quanti e quali tipi di supporto genitoriale esistono nello sport?

    Diverse sono le metafore che vengono utilizzate nel mondo sportivo per descrivere il supporto genitoriale. Abbiamo infatti i “genitori elicottero”, cioè iperprotettivi e ipercoinvolti che girano intorno ai loro figli per sostenerli e favorire le loro carriere. O anche i “genitori spazzaneve”, che cercano di eliminare ogni ostacolo dai percorsi di sviluppo personale e sportivo […]

    La costruzione di un racconto metaforico

    Per una migliore fruizione, si consiglia la lettura del precedente articolo: L’uso del linguaggio metaforico e il contesto sportivo Nel precedente articolo abbiamo visto come l’utilizzo del linguaggio metaforico e della metafora permette di creare comunicazioni dense di carica espressiva ed emotiva. La metafora è un importante strumento per veicolare il cambiamento poiché stimola la persona […]

    L’uso del linguaggio metaforico e il contesto sportivo

    Il contesto sportivo e la metafora Il termine “metafora” deriva dal greco metaphorà, che significa portare oltre. Si tratta di una  figura retorica che risulta da un processo psichico e linguistico attraverso cui, dopo aver mentalmente associato due realtà differenti sulla base di un particolare sentito come identico, si sostituisce la denominazione dell’una con quella […]

    Cosa e come devono comunicare i genitori dopo una partita?

    Gli atleti hanno notato che gli aspetti non verbali della comunicazione, come il tono della voce e la postura, possono spostare la loro percezione dei commenti e dei feedback dei genitori, dall’essere più favorevoli a più pressanti (Knight et al., 2010). Uno dei pochi studi che ha esaminato le osservazioni videoregistrate delle interazioni genitore-figlio in […]

    E’ possibile creare dei percorsi online con i genitori nello sport?

    I genitori non solo offrono ai loro figli l’opportunità di praticare sport, ma hanno anche un’influenza significativa sulle loro prime esperienze e sul loro sviluppo. Numerosi sono stati i tentativi volti a educare i genitori per creare e mantenere un ambiente sportivo giovanile sano (Harwood & Knight, 2015). Ad esempio, Harwood e Swain con genitori […]