Lavorare come Psicologo dello Sport

Lavorare come Psicologo dello Sport

Lo Psicologo dello Sport è un profilo professionale relativamente giovane, ma con grandi margini di sviluppo.

E’ uno psicologo regolarmente iscritto all’Albo, con una specifica formazione in Psicologia dello Sport acquisita attraverso corsi di formazione ed esperienza sul campo.

Lo Psicologo dello Sport offre un prezioso contributo a diversi livelli. A titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • Agonismo: allena le abilità mentali e potenzia le performance degli atleti agonisti. Lavora quindi su attenzione, concentrazione, motivazione, capacità di porsi obiettivi, gestione dello stress, ecc…;
  • Organizzazione: facilita comunicazione e relazioni funzionali tra allenatore, atleta, squadra, organizzazione sportiva e/o utenza al fine di ottimizzare le condizioni utili a perseguire gli obiettivi sportivi prefissati;
  • Età evolutiva: attraverso l’attività sportiva lo psicologo favorisce lo sviluppo emotivo e socio-affettivo dei ragazzi (dai 3/4 anni ai 18/19 anni), la loro capacità di auto-regolazione e auto-determinazione, non solo a fini prestazionali, ma ancor prima personali;
  • Wellness: opera principalmente in palestre e centri benessere favorendo esperienze sportive (e di fitness) che generino equilibrio psicofisico e concorrano a favorire benessere psicologico, qualità di vita, riduzione stress ,ecc…;
  • Terza e quarta età: allena la concentrazione che tende fisiologicamente a diminuire in età avanzata, favorisce l’individuazione di punti di forza spesso misconosciuti agli stessi familiari, aiuta a gestire meglio le energie che tendono naturalmente a diminuire nella persona anziana, sostiene attraverso l’attività sportiva processi di socializzazione, ecc…

 

Le competenze per lavorare come Psicologo dello Sport

  • La pratica clinica della Terapia a Seduta Singola (TSS)

    di Italian Center for Single Session Therapy

  • Educare all’Empatia

    di IPUE Istituto di Psicologia Umanistica Esistenziale

  • La Sensazione di Sicurezza Come Radice del Sentire Empatico

    di IPUE Istituto di Psicologia Umanistica Esistenziale

  • Prendersi Cura dell’Esistenza attraverso l’Empatia

    di IPUE Istituto di Psicologia Umanistica Esistenziale

  • L’Empatia nelle Professioni Sanitarie e nella cura del paziente

    di IPUE Istituto di Psicologia Umanistica Esistenziale

  • L’analisi immaginativa nell’era contemporanea

    di Istituto di Analisi Immaginativa

  • La testimonianza delle vittime di reato: strumenti, buone prass...

    di Associazione PsicoIus Scuola romana di psicologia giuridica

  • Gli ultimi articoli sulla Psicologia dello Sport

    Teoria Strutturale E Famiglia: Il Contesto Sportivo

    Nel contesto sportivo coinvolgere i genitori è un fattore fondamentale per i piccoli atleti in fase di sviluppo. In questo articolo la dott.ssa Morgilli, Psicologia dello Sport, spiega come conoscere il contesto dell’individuo tramite l’applicazione della teoria strutturale, possa essere uno strumento importante nell’intervento sui genitori di piccoli e grandi atleti. Buona Lettura!   Gli […]

    Quando si parla di “sano agonismo”?

    Cosa si indica innanzitutto con il termine agonismo? Per agonismo si intende un comportamento organizzato secondo modelli culturali di autoaffermazione competitiva e per il quale l’esperienza vissuta è fondamentale. Infatti il bambino elabora l’aggressività in base agli schemi educativi vissuti in famiglia e proposti dall’ambiente come modelli di azione competitiva. Poiché a partire dalla terza […]

    Genitori e Sport: quale il loro Ruolo nella Partecipazione Sportiva Giovanile Competitiva

    Genitori che oscillano fra prototipi familiari e la propria esperienza Oggi i modelli di educazione familiare vivono un equilibrio precario che oscilla tra le idealizzazioni di un certo prototipo familiare, ereditato dalla famiglia di origine, e una propensione del genitore ad ascoltare la propria dimensione esperienziale e personale (Priore, 2018). È ormai opinione diffusa che […]

    Bambini e Sport: il coinvolgimento dei genitori nella partecipazione allo sport giovanile

    “Bambini e Sport”, un tema sempre più discusso. Ma qual è il coinvolgimento dei genitori nella partecipazione dei propri figli allo sport giovanile? Ce ne parla il dott. Sergio Costa, Psicologo dello Sport, in questo suo interessante nuovo articolo sul tema. Buona Lettura!   L’interesse scientifico per la famiglia, le sue dinamiche e relazioni interne, […]

    La Griglia di Lettura Sistemico-Relazionale come Risorsa in Ambito Sportivo

    La griglia di lettura di Cancrini e Harrison (1983) è uno strumento nato per aiutare i giovani specializzandi in terapia sistemico-relazionale ad orientarsi nella storia di vita del cliente e della sua famiglia. Le autrici osservarono che la maggiore difficoltà incontrata nel lavoro psicologico sembrava essere quella di mantenere costante nel tempo una direzione dell’intervento […]

    La Prospettiva Ecologica nella relazione genitore-figlio e nel coinvolgimento allo sport

    Cosa dice la ricerca sul rapporto genitore e sport Sebbene la stragrande maggioranza della ricerca sul ruolo del genitore nello sport sia stata condotta in contesti giovanili, lavori recenti suggeriscono che continuano ad avere un ruolo significativo nella vita sportiva dei loro figli anche durante l’adolescenza e oltre, svolgendo un ruolo attivo nel promuovere esperienze e […]