I NUOVI SETTING. Ripensare la clinica nell’era digitale

Corso Gratuito
(226 recensioni dei clienti)

Docente: Nicola Piccinini  

Ultimo aggiornamento il 27/04/2021 Italiano 4.975 visualizzazioni totali

0,00  IVA inclusa

Questo corso include:
  • 1 ora di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

0,00  IVA inclusa

L’avvento del web 2.0 ha prodotto, su scala globale, una svolta senza precedenti, che ha coinvolto fondamentalmente adolescenti e giovani adulti. I modi del malessere non potevano di certo sottrarsi a questo radicale cambiamento: ansia, depressione, panico non sono più gli stessi. Al centro del disagio psichico, troviamo i deficit di mentalizzazione e la dis-regolazione affettiva che spingono a un ripensamento dei setting della cura in direzione neurobiologica.

L’emergenza COVID-19 esaspera il malessere attuale, mettendo ancora più a nudo la difficoltà della nuova clinica e ponendoci di fronte a una serie di paradossi!

  • L’uso del digitale, dal rischio di dipendenza, diventa una necessità imprescindibile, al punto da mostrarsi, soprattutto nelle nuove generazioni, come valida alternativa allo scambio reale.
  • Paziente e terapeuta si trovano a condividere lo stesso livello debilitante, confrontandosi entrambi con angosce e limitazioni personali.
  • L’isolamento sociale, nelle persone più fragili, piuttosto che rinforzare l’appello all’altro consolida aspetti involutivi non riconosciuti.

L’impatto del Coronavirus nel panorama attuale testimonia, dunque, di un malessere sedimentato nel tessuto sociale e che da tempo approcci clinici innovativi cercano di affrontare.

Di tutto questo, ne discuteremo con Giuseppe Lavenia e Riccardo Marco Scognamiglio

 

Relatori

[one_half first=]

Dott. GIUSEPPE LAVENIA

Psicologo, Psicoterapeuta

Sono uno psicologo, uno psicoterapeuta e oltre a occuparmi di disturbi legati all’ansia, allo stress, alle paure e alle fobie, dal 2002 mi interesso di dipendenze tecnologiche, facendo ricerca sul tema e trattandole dal punto di vista clinico, grazie anche alla collaborazione di un team di esperti del settore con cui opero da tempo. Mi sono occupato di Nomophobia, No Mobile Phobia (la paura di rimanere senza cellulare e di sentirsi tagliati fuori), e delle svariate addiction come la sex addiction, la pornodipendenza e i fenomeni di hikikomori che toccano non solo chi si autoreclude o autoisola, ma anche tutti i membri della famiglia.

Da diversi anni, oltre a fare colloqui con i leader negativi e le vittime di bullismo, in qualità di Presidente dell’Associazione Nazionale Di. Te. (Dipendenze Tecnologiche, GAP e Cyberbullismo) mi sono impegnato a divulgare attraverso i media, a sensibilizzare con incontri pubblici i genitori e gli insegnanti, e a formare altri esperti con corsi di formazione ad hoc sui temi delle ludopatie, del gioco d’azzardo patologico, dell’odio in rete e delle dipendenze tecnologiche entrando anche nelle scuole per parlare agli studenti, ai genitori, e agli insegnanti. Avere consapevolezza di questi fenomeni è sempre il primo passo per riflettere insieme sulle migliori strategie da adottare.

Il mio ultimo lavoro editoriale, pensato per i genitori con un taglio divulgativo, si intitola “Mio figlio non riesce a stare senza smartphone” ed è edito da GiuntiEdu (luglio 2019). Dedicato in particolare agli esperti del settore ho dato vita ai manuali “Le dipendenze Tecnologiche. Valutazione, diagnosi e cura” edito sempre con Giunti (2018) e “Internet e le sue dipendenze. Dal coinvolgimento alla psicopatologia” con Franco Angeli, (2012). Ho anche collaborato in qualità di coautore alla stesura del romanzo clinico che racchiude quattro racconti sul tema delle internet dipendenze intitolato “Net Addiction. Prigionieri della rete” (Delos Digital).

Attualmente sono Docente a contratto di Psicologia del lavoro e delle Organizzazioni presso l’Università degli Studi di Ancona, già docente di diversi insegnamenti presso l’università degli Studi di Chieti e Urbino (Psicologica dell’Età Evolutiva, Psicologia della Salute e Nuove Dipendenze, Psicologia Dinamica, Teorie e tecniche del colloquio psicologico, psicologia clinica).

Partecipo a Congressi in ambito nazionale e internazionale, scrivo e collaboro periodicamente con diverse testate giornaliste, tra cui LaRepubblica, L’Espresso e Huffington Post, radio e Tv.

 

[/one_half] [one_half first=]

 

Dott. RICCARDO MARCO SCOGNAMIGLIO

Psicologo, psicoterapeuta, psicosomatologo, specialista in Psicologia Sociale e Psicologia Clinica, esperto in Psicologia della salute e Psicologia del Benessere, è socio onorario del Centro Analisi Terapeutica di Gruppo (C.A.T.G.), membro dell’International College of Psychosomatic Medicine (ICPM) e della Society for Psychotherapy Research (SPR). È Direttore della Scuola di Psicoterapia Analitica di Gruppo | Nuova Clinica Nuovi Setting e membro dell’Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche GAP, e Cyberbullismo (Di.Te.). Si è formato come psicoanalista all’École de la Cause Freudienne a Parigi, fondata da Jacque Lacan e all’École Européenne de Psychanalyse, divenendo membro della World Association of Psychoanalysis.

Nel 1996 ha fondato a Milano l’Istituto di Psicosomatica Integrata, che svolge attività di terapia, ricerca e formazione attraverso modelli innovativi nell’ambito della relazione mente-corpo, in collaborazione con gruppi di ricerca universitari. È docente di diverse scuole internazionali di tecniche corporee. Ha ricoperto il ruolo di professore a contratto presso l’Università di Bologna dal 1984 al 1998 in cui ha diretto il Laboratorio di Psicoanalisi Applicata per la cattedra di Psicologia delle Arti, e successivamente presso il corso di Laurea specialistica in Psicologia Clinica e Neuropsicologia dell’Università degli Studi di Milano- Bicocca fino al 2010.

Il suo background comprende una laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (DAMS) all’Università di Bologna con una tesi in Filosofia Estetica. Si è successivamente specializzato in Psicologia Sociale presso la facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Milano, perfezionandosi in Études Cliniques presso l’Université de Paris VIII-Saint Denis.

Tra le sue più recenti pubblicazioni ricordiamo: Il male in corpo. La prospettiva somatologica nella psicoterapia della sofferenza del corpo (FrancoAngeli, 2008); Psicologia psicosomatica. L’atto psicologico tra codici del corpo e codici della parola (FrancoAngeli, 2016); Adolescenti Digitalmente Modificati (ADM). Competenza somatica e nuovi setting terapeutici (Mimesis, 2018)

[/one_half]

 

Docenti


Nicola Piccinini

Fondatore di Liquid Plan srl e di Associazione Altra Psicologia, Past-President Ordine Psicologi Lazio e Consigliere CIG ENPAP, Amministratore di Obiettivo Psicologia srl (2003/2012) Fondatore nel...
Vai al Profilo di Nicola Piccinini

226 recensioni per I NUOVI SETTING. Ripensare la clinica nell’era digitale

  1. p.pianese2007 (proprietario verificato)

    INTERESSANTE

  2. sara.cm95 (proprietario verificato)

    Interessante

  3. mariaalessandria421 (proprietario verificato)

    spunti molto interessanti

  4. chiaraferru (proprietario verificato)

    Grazie mille per gli utilissimi e interessantissimi contributi e spunti.

  5. M.Cristina (proprietario verificato)

    Bellissimo incontro! Davvero molto interessante.

  6. Andrea Caruso

    Complimenti

  7. pepenut2017 (proprietario verificato)

    Tema attuale

  8. martyrotondi (proprietario verificato)

    Interessante

  9. Luca Giulianelli (proprietario verificato)

    Significativa fotografia dei tempi che stiamo vivendo, che necessità però di un’integrazione riguardante i significati e le dinamiche sottese a livello relazionale sociale e familiare

  10. Maria Eleonora Camporese

    Molto interessante

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Domande e risposte dei Colleghi

    Buongiorno, è possibile vedere il video anche ora che si è conclusa l'iscrizione? Grazie Cordiali saluti
  1. 0 voti
    D Buongiorno, è possibile vedere il video anche ora che si è conclusa l'iscrizione? Grazie Cordiali...... Per saperne di più rispondi ora
    Chiesto da ELISA RIGONI il 22/05/2020 09:20
    R Sì certo! Acquistando il corso potrai vedere la registrazione dell'evento
  2. Ho frequentato il corso, per il certificato di partecipazione? Ci arriverà tramite email?
  3. 0 voti
    D Ho frequentato il corso, per il certificato di partecipazione? Ci arriverà tramite email? rispondi ora
    Chiesto da Andrea Caruso il 30/04/2020 19:28
    R Per scaricare il certificato devi acquistare il corso (anche se hai già seguito la diretta), poi iniziare il corso e fare una recensione. Almeno, io ho fatto così
  4. Buongiorno, avendo effettuato proprio ora l'iscrizione, come potrò poi accedere al webinar il 30/4? Manderete una mail agli iscritti con un link o ci sono altre modalità?
  5. 0 voti
    D Buongiorno, avendo effettuato proprio ora l'iscrizione, come potrò poi accedere al webinar il 30/...... Per saperne di più rispondi ora
    Chiesto da pepenut2017 il 26/04/2020 10:59
    R

    Gentile collega,

    circa un'ora prima della diretta, riceverà una mail con il link per accedervi

    Un caro saluto,

    Staff FCP

  6. Si potrebbe avere magari tramite mail un attestato di partecipazione?
  7. 0 voti
    D Si potrebbe avere magari tramite mail un attestato di partecipazione? rispondi ora
    Chiesto da chiaraferru il 12/04/2020 08:28
    R

    Gentile collega,

    è previsto un attestato di partecipazione

    Un caro saluto,

    Staff FCP

  8. e' previsto un attestato di partecipazione?
  9. 0 voti
    D e' previsto un attestato di partecipazione? rispondi ora
    Chiesto da p.pianese2007 il 10/04/2020 12:24
    R

    Gentile collega, 

    le confermo che è previsto un attestato di partecipazione

    Saluti,

    Staff FCP

Solo gli utenti registrati posso inserire domande
0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi