Accedi

Processi di cura nella disabilità

I relatori faranno riferimento al modello di intervento di Area onlus – Torino (www.areato.org), associazione che da oltre quarant’anni si occupa di disabilità intellettiva con un approccio psicodinamico.

 

Corso Gratuito

0,00  IVA inclusa

Corso attivo dal 15 aprile 2024 al 15 aprile 2024

Docenti:
Rossella Bo , Cinzia Casini , Alberto Sacchetto , Alpes Italia  

  • 1.5 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

63 visualizzazioni totali

Sulla disabilità pesa da sempre il marchio del disumano, di ciò che non può essere rappresentato.  

A lungo le famiglie con un figlio disabile hanno vissuto uno stigma che le induceva all’invisibilità, all’occupare il minor spazio possibile, soprattutto comunicativo.

L’intento del webinar è quello di presentare, attraverso riflessioni teoriche e vignette cliniche, una via alla clinica della disabilità (in particolare intellettiva, ma non solo) che parta dal racconto dei soggetti interessati: i disabili, le loro famiglie, e in senso più ampio di coloro che se ne occupano professionalmente. 

La narrazione correlata alla disabilità diventa così un fil rouge che permette di attraversare le storie dei singoli individui nel tentativo di attivare una migliore capacità di mentalizzazione nei soggetti con disabilità e di riattivare una funzione riflessiva messa a dura prova, se non addirittura congelata, dall’impatto con la disabilità.

Si analizzeranno le caratteristiche di alcuni dispositivi terapeutici (individuali e di gruppo) e di alcuni strumenti e metodologie di lavoro applicate nella presa in carico terapeutica delle persone con disabilità, dei loro genitori e fratelli/sorelle. 

I relatori faranno riferimento al modello di intervento di Area onlus – Torino (www.areato.org), associazione che da oltre quarant’anni si occupa di disabilità intellettiva con un approccio psicodinamico.

 Obiettivi didattici

  • La teoria traumatogena della disabilità secondo l’approccio di S. Korff-Sausse e R. Scelles
  • Verso la mentalizzazione. La presa in carico dei soggetti con disabilità: dispositivi clinici individuali e gruppali
  • Riattivare la funzione simbolica. Il lavoro con i genitori e i siblings: dispositivi clinici individuali e gruppali
  • Il fare simbolico: alcuni pre-testi di lavoro nella clinica della disabilità.

Data e ora 

Il webinar si terrà Lunedì 15 Aprile 2024, dalle ore 18 alle ore 19.30

 

 

Questo webinar nasce dal libro edito da Alpes Italia

“Disabilità e Narrazioni. Dalla teoria ai dispositivi terapeutici” 

Docenti


Rossella Bo

Rossella Bo è Psicologa e Psicoterapeuta, Professore a convenzione presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino e Consigliere Delegato dell’associazione Area Onlus...
Vai al Profilo di Rossella Bo

Cinzia Casini

Cinzia Casini, Psicologa e Psicoterapeuta, collabora con Area Onlus dal 2000, occupandosi di genitori di figli con disabilità intellettiva; attualmente è referente dell’ambito di intervento...
Vai al Profilo di Cinzia Casini

Alberto Sacchetto

Alberto Sacchetto è Psicologo, Psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, supervisore di équipe sociosanitarie. È consulente di Area onlus dal 2010. Ha al suo attivo numerose...
Vai al Profilo di Alberto Sacchetto
alpes

Alpes Italia

Alpes Italia srl è una Casa Editrice che svolge un ruolo attivo nella comunicazione, avvalendosi della collaborazione di Autori prestigiosi, italiani e stranieri, che hanno riconosciuto nel suo...
Vai al Profilo di Alpes Italia

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Processi di cura nella disabilità”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal 15 aprile 2024 al 15 aprile 2024
  • 1.5 ore di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.