Ansia e depressione aumentano il rischio di complicazioni post operatorie

Ansia e depressione aumentano il rischio di complicazioni post operatorie

Le complicazioni post chirurgiche aumentano se il paziente soffre di ansia e depressione, questo quanto emerge da una ricerca pubblicata sul “British Journal of Surgery” . Nella ricerca sono stati analizzati 176.827 pazienti britannici sottoposti a diversi interventi chirurgici (protesi per l’anca e ginocchio, ernia e vene varicose) nel periodo compreso tra il 2009 e il 2011; la presenza di una moderata ansia o depressione ha incrementato la probabilità di avere una qualche complicazione.

In generale emerge una correlazione con una più lunga degenza post operatoria. L’aspetto emotivo ritorna dunque centrale ed interferisce con i processi di guarigione, ma anche, come appare sempre più evidente con la spesa sanitaria.

Diviene, quindi, incontrovertibile la centralità della figura professionale dello psicologo e di come essa possa ridurre la spesa sanitaria migliorando nel contempo la qualità della vita dei pazienti.

“Diversi studi mostrano l’importanza della salute mentale per la guarigione, ma mai fino ad ora, su un campione di questa scala”.

Spiega Philip Britteon, primo autore dello studio, ricercatore dell’ University of Manchester’s Centre for Health Economics,

I pazienti con ansia o depressione finiscono per passare più tempo in ospedale e, oltre all’impatto sulla loro qualità di vita, rappresentano anche un costo aggiuntivo per il sistema sanitario nazionale“.
Le probabilità di sperimentare complicazioni  dopo una sostituzione dell’anca erano 1,17 volte più alte in pazienti con ansia moderata o depressione rispetto a quelli senza.
Risultati simili sono stati osservati in tutti i tipi di operazioni e sono stati maggiori in pazienti con ansia o depressione estrema.
Philip Britteon conclude:

    ” Queste informazioni sono importanti poiché la salute psicologica è spesso trascurata nella valutazione preoperatoria. Affrontare l’ansia o la depressione prima dell’intervento potrebbe aiutare le persone a recuperare più rapidamente, facendo guadagnare tempo e denaro al sistema nazionale sanitario

 

Fonte:
P.Britteon, N.Cullum, M.Sutton – Association between psychological health and wound complications after surgery. BJS (British Journal of Surgery). 14 February 2017

Articoli correlati

Adolescenti
DBT-A per adolescenti di minoranze sessuali ad alto rischio di suicidio
Nonostante gli sforzi di ricerca, politica e clinica incentrati sull’individuazione e la...
Adolescenti
La DBT per Autolesionismo e Ideazione suicidaria negli adolescenti
L’autolesionismo, l’ideazione suicidaria e i tentativi di suicidio rappresentano i principali...

Partecipa lasciando un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>