Accedi

ACT per Disturbi Alimentari e lavoro sull’Immagine Corporea

Molti clienti in terapia soffrono per la propria immagine corporea e per disturbi legati all’alimentazione. Con l’esperta Diana Hill apprendi l’ACT e un nuovo modo di concettualizzare i problemi alimentari.

Corso Ondemand

137,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 14/05/2024

Docenti:
Diana Hill  

  • 6 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

1.000 visualizzazioni totali

Intrappolati in un “braccio di ferro” con il cibo e il peso, molti clienti che si presentano in terapia soffrono per la propria immagine corporea e per l’alimentazione.

Impegnati nella preoccupazione di perdere peso, si sentono spesso bloccati in cicli di diete rigide, nel caos della sovralimentazione, nella vergogna e nella disperazione. Si presentano con un’autostima negativa, disturbi alimentari, problemi relazionali, ansia o depressione.

Ma non deve essere necessariamente così! Con l’esperta Diana Hill, apprezzata psicologa clinica e riconosciuta esperta internazionale di Acceptance and Commitment Therapy, apprendi l’ACT, un approccio moderno e basato su prove di efficacia, per trattare i problemi alimentari e di peso.

 

Affrontare i Disturbi Alimentari con l’ACT

In questo corso di formazione esperienziale, la dottoressa Hill ti guiderà attraverso un nuovo modo di concettualizzare i problemi alimentari come un tentativo di controllare o evitare il disagio. Imparerai le pratiche ACT per aiutare i clienti a costruire una flessibilità psicologica, l’abilità di cui hanno bisogno per rimanere presenti, aperti e liberi di impegnarsi in ciò che conta di più per loro, anche di fronte ai molti ostacoli della vita.

Saranno presentati potenti strategie per motivare i clienti a scegliere un percorso diverso ed esercizi esperienziali per aumentare l’accettazione, la disponibilità e il permesso di sentimenti e desideri difficili. Sarà spiegato come applicare le strategie di defusione cognitiva con i clienti e del “genitore sintonizzato” per aumentare la presa di prospettiva e l’autocompassione del cliente. Infine saranno mostrati piani d’azione per guidare i clienti a intraprendere azioni verso i loro valori.

Inizia oggi stesso il tuo viaggio nell’aiutare i clienti a lasciar andare la loro lotta con il cibo e il peso e impiegare le proprie energie verso la costruzione di vite ricche e significative!

 

Obiettivi didattici

  • Ipotizzare il ruolo del controllo e dell’evitamento esperienziale nello sviluppo e nel mantenimento di un comportamento di disturbo alimentare.
  • Mettere in atto esercizi esperienziali per aumentare l’accettazione, la volontà e il permesso di provare sentimenti difficili.
  • Utilizzare strategie per aumentare il contatto del cliente con il momento presente.
  • Distinguere tra ristrutturazione cognitiva e defusione cognitiva.
  • Eseguire pratiche esperienziali per aumentare la presa di prospettiva e l’autocompassione del cliente.
  • Creare strategie cliniche per aumentare la consapevolezza dei valori.
  • Utilizzare piani d’azione per guidare i clienti a intraprendere azioni impegnate verso i propri valori.

Questo corso è rivolto soprattutto a psicologi, consulenti e assistenti sociali, consulenti per le dipendenze, infermieri, dietisti e tecnici dietetici, Case Managers, terapeuti matrimoniali e familiari e tutti gli altri professionisti della salute mentale.

 

Programma formativo

 

MODULO 1: Perché l’ACT per i problemi alimentari e di peso?

Un nuovo approccio per un vecchio problema

L’Acceptance and Commitment Therapy (ACT) offre un approccio innovativo ai disturbi alimentari e alle preoccupazioni relative al peso, focalizzandosi non sulla riduzione dei sintomi, ma sul cambiare la relazione con pensieri e sentimenti disturbanti. L’ACT esplora come l’evitamento e il controllo possono aggravare le abitudini alimentari disfunzionali, introducendo metafore come il “mostro in cantina” per illustrare il paradosso del controllo. Questa terapia invita i clienti a valutare l’efficacia delle loro strategie abituali, guidandoli verso una maggiore accettazione e apertura al cambiamento.

 

MODULO 2: Strategie basate sull’accettazione

Aiutare i clienti a vivere il momento presente

L’ACT incoraggia i clienti a spostare la loro attenzione dal “fare qualcosa” per il corpo a “essere nel” proprio corpo. Attraverso l’alimentazione e il movimento consapevole si promuove una maggiore consapevolezza e connessione con il momento presente, aiutando i clienti a distaccarsi dalle preoccupazioni croniche legate al cibo e al peso. Attraverso strategie basate sull’accettazione e esercizi esperienziali, l’ACT aiuta i clienti a essere più presenti, accettare le loro esperienze senza giudizio e muoversi verso i loro valori autentici, trasformando così il modo in cui interagiscono con i loro pensieri e sentimenti riguardo al cibo e al proprio corpo.

Defusione cognitiva: aiutare i clienti a distanziarsi dal loro “News Feed”

La defusione cognitiva aiuta i clienti a vedere i loro pensieri come semplici parole e immagini, piuttosto che fatti incontestabili. L’ACT propone un approccio diverso per gestire la preoccupazione ossessiva per cibo e peso, incoraggiando i clienti a riconoscere e ridurre l’impatto di pensieri intrusivi. Questo aiuta a ridurre la lotta interiore e promuove una maggiore serenità e accettazione di sé.

Accettazione: aiutare i clienti a essere coraggiosi, disponibili e aperti

L’accettazione in ACT non è rassegnazione ma un coraggioso confronto con le proprie esperienze. Comportamenti come diete croniche, ossessioni alimentari, eccessi emotivi e sovraesercizio spesso fungono da strategie di evitamento esperienziale. Utilizzando la metafora del “roundabout dell’evitamento”, possiamo mostrare ai clienti come queste strategie li riportino al punto di partenza, mantenendo i cicli di sofferenza. L’ACT promuove la volontà e la curiosità, incoraggiando i clienti ad allargare la loro finestra di flessibilità, affrontando così nuove esperienze con un atteggiamento aperto e interessato.

Prendere prospettiva: aiutare i clienti a guardare oltre

Le rigide narrazioni personali su alimentazione e peso possono limitare notevolmente la flessibilità e la connessione di una persona. Identificare quando un cliente è intrappolato in una “storia di sé” rigida è cruciale. L’ACT incoraggia la pratica di un cambio di prospettiva, che permette ai clienti di vedere oltre le loro storie limitanti. Coltivando una prospettiva di “genitore sintonizzato”, possiamo aumentare l’autocompassione nei clienti e promuovere risposte più sagge riguardo al cibo e al peso, aiutandoli a connettersi con esperienze più sane e autentiche.

 

MODULO 3: Strategie basate sul cambiamento

Valori: Aiutare i clienti a scegliere la propria direzione

Nell’ACT, i valori sono definiti come elementi fondamentali che guidano le nostre azioni, riflettendo ciò che è veramente importante per noi. Essi giocano un ruolo cruciale nel motivare il cambiamento, fornendo una “bussola interna” che aiuta i clienti a navigare attraverso le sfide. Apprendi come guidarli a riconoscere i momenti in cui possono scegliere azioni allineate ai loro valori anziché seguire abitudini automatiche. Questo processo aiuta a instillare un senso di scopo e direzione, rendendo il cambiamento non solo possibile ma anche significativo.

Azione impegnata: aiutare i clienti a “cadere” di proposito

L’azione impegnata nell’ACT sottolinea l’importanza dell’agire in linea con i valori personali, piuttosto che focalizzarsi esclusivamente sui risultati. Questo approccio aiuta a scoprire la motivazione intrinseca per il cambiamento, spostando l’attenzione dal risultato all’azione stessa. Attraverso la scienza comportamentale, supportiamo i clienti nel compiere piccoli cambiamenti sostenibili, costruendo piani d’azione basati sui valori. “Cadere” di proposito, in questo contesto, significa accettare gli inevitabili intoppi come parte del percorso di crescita, imparando da essi per continuare a muoversi in avanti, in modo consapevole.

Integrazione: mettere in pratica il tutto

L’integrazione è la fase finale dell’ACT, dove si pratica l’applicazione congiunta di tutti i processi. Attraverso esempi di casi, i terapeuti possono dimostrare come utilizzare i processi centrali dell’ACT quando i clienti deviano dal percorso. L’integrazione effettiva di questi principi può fornire ai clienti gli strumenti necessari per affrontare la vita con maggiore sicurezza e apertura.

 

Durata e modalità di fruizione del corso

La durata del corso è di 6 ore.

La docenza è in lingua inglese, con SOTTOTITOLI in ITALIANO.

Corsi Ondemand sono formati da videolezioni registrate. Una volta acquistato, lo troverai disponibile nella tua Area riservata e potrai seguirlo quante volte vorrai per 12 mesi dalla data di acquisto. È fruibile da desktop, da tablet e da smartphone.

Docenti

Diana Hill

Diana Hill

Diana Hill, PhD, è un'apprezzata psicologa clinica e relatrice internazionale che si occupa della terapia dell'accettazione e dell'impegno (ACT) e della compassione. È conduttrice del podcast Your...
Vai al Profilo di Diana Hill

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ACT per Disturbi Alimentari e lavoro sull’Immagine Corporea”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Ondemand
Corso attivo dal giorno 14/05/2024
  • 6 ore di formazione
  • iscrizione a 137,00 €

    Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.