Accedi

La formazione degli adolescenti nell’era dell’intelligenza artificiale

Le relatrici si interrogano su come adattare i principi e le metodologie dell’Analisi Immaginativa sui pazienti condizionati dall’uso improprio e frequente di tali mezzi di innovazioni tecnologiche in modo tale che gli allievi-psicologi possano non solo conoscere ma soprattutto formarsi in tale direzione per essere in grado di valutare l’idoneità dell’Intelligenza Artificiale alla convivenza con l’uomo e guidarla verso un autentico sviluppo umano.

Corso Gratuito

0,00  IVA inclusa

Corso attivo dal 04 giugno 2024 al 04 giugno 2024

Docenti:
Micaela Gianico , CLORINDA SALARDI , Istituto di Analisi Immaginativa (IAI)  

  • 1.5 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

1.160 visualizzazioni totali

L’uso spesso accattivante che gli adolescenti fanno dei social nell’era culturale dell’Intelligenza Artificiale, li porta spesso a non intravvedere il pericolo di essere catturati da tante disinformazioni che li fa vivere “sradicati” dalla propria corporeità e di sentirsi “spaesati” nella realtà concreta.
I giovani enfatizzano le relazioni virtuali in quanto credono di non avere limiti e di poter vivere senza valori autentici e formativi dell’identità personale.
L’Analisi Immaginativa accoglie la cultura che gli sviluppi dell’Intelligenza Artificiale hanno instaurato perché riconosce gli aspetti positivi che essa apporta all’umanità, ma anche mette in guardia dagli eccessi di una valutazione positiva quando la strumentazione stessa dell’Intelligenza Artificiale determina un diverso orientamento delle abitudini umane mentali e relazionali, esercitando su di esse un severo controllo.

In questo caso, si tratta di una seria minaccia per la libertà delle scelte e dell’identità personale. A nostro avviso la grande sfida in termini clinici del “saper curare, saper formare” dell’Analisi Immaginativa consiste nel porre a fondamento della propria vocazione psicoterapeutica una concezione dell’uomo nella sua interezza di corpo-mente-spirito, quali elementi costitutivi della persona nella sua singolare natura umana irripetibile.

Proprio l’arcaicità del corpo umano pone l’Analisi Immaginativa difronte all’idea che esso non è solo l’insieme delle memorie individuali e delle pulsioni personali, ma ha la capacità, proprio all’interno della sua storia naturale mentale e spirituale, di essere insieme simbolo, linguaggio, immagine.

All’interno della relazione terapeutica tale disposizione naturale porta paziente-terapeuta nella regione delle emozioni originarie le quali, a loro volta, struttura o la nascita del pensiero verso la formazione e lo sviluppo della persona.

In tal modo i giovani possono acquisire quella autenticità che permetterà loro “il salto nell’ambito della bellezza che contempla una certa pienezza umana” (Papa Francesco).

Obiettivi didattici
Le relatrici si interrogano su come adattare i principi e le metodologie dell’Analisi Immaginativa sui pazienti condizionati dall’uso improprio e frequente di tali mezzi di innovazioni tecnologiche in modo tale che gli allievi-psicologi possano non solo conoscere ma soprattutto formarsi in tale direzione per essere in grado di valutare l’idoneità dell’Intelligenza Artificiale alla convivenza con l’uomo e guidarla verso un autentico sviluppo umano

Data e ora 

Il webinar si terrà Martedì 4 Giugno 2024, dalle ore 18 alle ore 19.30

 

Questo Webinar fa parte del ciclo organizzato in collaborazione con l’Istituto di Analisi Immaginativa 

Docenti

micaela gianico

Micaela Gianico

Psicologa, Psicoterapeuta. Dall’anno 2014 docente di “Teoria e Metodologia dell’Analisi Immaginativa” presso la scuola “Analisi Immaginativa-Scuola Superiore di Specializzazione in...
Vai al Profilo di Micaela Gianico
clorinda salardi

CLORINDA SALARDI

Clorinda Salardi  Psicologa, Psicoterapeuta. Dall’anno 1985 docente e didatta della scuola “Analisi Immaginativa – Scuola Superiore di Specializzazione in Psicoterapia” di Cremona e Membro...
Vai al Profilo di CLORINDA SALARDI

Istituto di Analisi Immaginativa (IAI)

Nel 1972 il Dottor Gianmario Balzarini, con un gruppo di Colleghi, fondò in Cremona l'Istituto di Analisi Immaginativa. L'Analisi Immaginativa è una psicoterapia analitica-psicodinamica così...
Vai al Profilo di Istituto di Analisi Immaginativa (IAI)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La formazione degli adolescenti nell’era dell’intelligenza artificiale”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal 04 giugno 2024 al 04 giugno 2024
  • 1.5 ore di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.