Accedi

Curare il PTSD in età prescolare, diagnosi e trattamento

Negli ultimi trent’anni la letteratura ha rivolto un’attenzione particolare agli effetti dell’esposizione ad eventi traumatici in bambini di età inferiore ai 6 anni, una fetta di popolazione precedentemente poco studiata. Nel seminario verrà fatto il punto dello stato dell’arte.

Corso Gratuito

0,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 22/06/2018
(501 Recensioni dei clienti)

Docenti:
Francesca Locati  

  • 1 ora di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

21.281 visualizzazioni totali

La psicoterapia in età evolutiva diviene ambito di lavoro ancora più complesso ed intricato quando confrontato con l’esperienza traumatica. In particolare, bambini in età prescolare esposti ad eventi drammatici o impropri, possono subire compromissioni o inibizioni dello sviluppo del funzionamento psichico, già immaturo a causa della loro tenera età.

Negli ultimi trent’anni la letteratura ha rivolto un’attenzione particolare agli effetti dell’esposizione ad eventi traumatici in bambini di età inferiore ai 6 anni, una fetta di popolazione precedentemente poco studiata. La sintomatologia, caratterizzata da riattualizzazioni dell’esperienza, intorpidimento, evitamento, aumentato arousal, a cui si possono associare disturbi di ansia, del comportamento, difficoltà di apprendimento, somatizzazioni e, dopo i 5-6 anni, sintomi dissociativi, in una fase così delicata dello sviluppo, può ampiamente inficiare il funzionamento e lo sviluppo psicofisico del bambino. La specificità delle caratteristiche diagnostiche in questa fascia di età ha fatto sì che nel DSM-5 venisse inserita una nuova diagnosi denominata “Disturbo da stress post-traumatico nei bambini sotto i 6 anni”, migliorando la validità diagnostica per tale fascia di età.

Per questo target di pazienti è difficile trovare in letteratura indicazioni trattamentali che detengano supporti empirici sostanziali. Le evidenze empiriche hanno dimostrato l’efficacia della terapia ad esposizione graduale, o desensibilizzazione sistematica, nella riduzione dei sintomi di PTSD anche in bambini piccoli. Infatti, lo studio sulle attività di ragionamento causale, immedesimazione, autoriflessione, abilità linguistica e memoria, necessarie per comprendere e beneficiare delle tecniche CBT, ha evidenziato come siano competenze sufficientemente sviluppate a partire dai 3 anni di età.

Docenti


Francesca Locati

Psicoterapeuta dell’età evolutiva e dottore di ricerca in Psicologia dinamica, è Assegnista di Ricerca e Professore a contratto presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove insegna...
Vai al Profilo di Francesca Locati

502 recensioni per questo corso

  1. bluoltremare86 (proprietario verificato)

    Corso utile ad aprire lo sguardo su temi molto poco trattati. Sarebbe interessante conoscere come intervengono altri modelli.

  2. serena.franci (proprietario verificato)

    Grazie, interessante proposta di trattamento.

  3. Marianna (proprietario verificato)

    corso molto utile ed interessante

  4. aldoschiavone2 (proprietario verificato)

    IL corso è di ottimo livello. Andrebbe allargato anche ad un approccio psicoanalitico, dove il lavoro sul trauma, sia a livello diagnostico che di trattamento psicoterapico, ha portato a risultati soddisfacenti.
    Auguri alla docente.

  5. maryeoty (proprietario verificato)

    i contenuti sono stati illustrati molto chiaramente

Carica altre recensioni
Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal giorno 22/06/2018
  • 1 ora di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.