Disturbo Specifico di Apprendimento: gli strumenti compensativi  

Corso Gratuito

0,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 25/11/2020
(311 Recensioni dei clienti)

Docenti:
Manuela Calanca  

  • 1 ora di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

13.381 visualizzazioni totali

La Legge n. 170 dell’ 8 ottobre 2010, sancisce  il diritto dei ragazzi con Disturbo Specifico di Apprendimento ad usufruire di strumenti compensativi e ad avvalersi di misure dispensative, lungo tutto il percorso scolastico, compresa l’Università.

Avere difficoltà in lettura, scrittura e calcolo infatti vuol dire non poter accedere, come tutti gli altri ai contenuti trasmessi dalla scuola, nonostante si abbiano le capacità intellettive per farlo e quindi non poter usufruire dei canali di trasmissione della cultura, che servono a raggiungere un pieno sviluppo personale e sociale.

Per questo motivo i ragazzi con Disturbo Specifico di Apprendimento vengono indirizzati all’uso degli strumenti compensativi. In particolare si insegna ad utilizzare gli strumenti compensativi informatici che consentono ai ragazzi di essere autonomi nello studio potendo: “leggere con le orecchie” qualsiasi tipo di testo digitale, scrivere avendo la possibilità di monitorare l’ortografia, costruire mappe concettuali per studiare e ripassare efficacemente.

Accompagnare il paziente verso l’autonomia nello studio vuol dire non solo offrire la possibilità di conoscere ed utilizzare tali strumenti, ma anche impostare un percorso volto ad acquisire strategie compensative e un approccio metacognitivo allo studio.

Questo lavoro deve essere fatto attivando parallelamente la rete scuola-famiglia, che deve essere non solo informata, ma deve condividere tale percorso in modo attivo, stilando il PDP ad inizio anno e modificandolo in modo flessibile in relazione alle necessità del ragazzo.

Contenuti formativi

  • Definizione di strumenti compensativi
  • Quando iniziare a proporre gli strumenti compensativi
  • La scelta degli strumenti in relazione al profilo di funzionamento del paziente e al suo stile di apprendimento
  • Strumenti free e commerciali: pro e contro
  • Gli strumenti a scuola: quali resistenze da parte di ragazzi ed insegnanti

 

Docenti

manuela calanca

Manuela Calanca

Specializzata nella valutazione e trattamento di pazienti in età evolutiva con particolare riferimento ai disturbi dell’apprendimento e ai disturbi del linguaggio. Referente della Divisione...
Vai al Profilo di Manuela Calanca

312 recensioni per questo corso

  1. Isabella Stefania Pranzo (proprietario verificato)

    interessante

  2. Antonella Cravotta (proprietario verificato)

    molto utile

  3. Laura Giusti

    MOLTO UTILE!

  4. miranda ralli

    molto interessante da approfondire

  5. Laura Ballanti

    è un tema di grande attualità

Carica altre recensioni
Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal giorno 25/11/2020
  • 1 ora di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.