Accedi

DOC e famiglia. Io non (me ne) lavo le mani

Nel corso del webinar le autrici si susseguiranno nella presentazione del loro libro, cercando di
fornire una panoramica rispetto al lavoro che si può svolgere con i familiari di pazienti affetti da DOC.

Corso Gratuito

0,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 19/01/2024
(5 Recensioni dei clienti)

Docenti:
Paola Spera , Alice Turri , Francesca Mancini , FrancoAngeli Editore  

  • 1 ora di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

2.784 visualizzazioni totali

“Io non (me ne) lavo le mani!” è un gioco di parole che esprime il dilemma che vivono
quotidianamente i familiari delle persone che soffrono di Disturbo Ossessivo Compulsivo.

Il Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) è un disturbo molto invalidante.

Dalle ricerche epidemiologiche risulta che in Italia, in questo momento, colpisca quasi 1 milione di persone e su
1.000 bambini che nascono circa 20-25 lo svilupperanno nell’arco della loro esistenza.

Il DOC spesso ha un impatto negativo sulla qualità della vita dei pazienti ma anche dei loro familiari.
Partendo da questi dati, dalla loro importante esperienza clinica e dal modello di intervento per i
familiari dei pazienti con DOC delineato dal Dott. Saliani, Francesca Mancini, Paola Spera e Alice
Turri hanno scritto un libro dal Titolo “Io non (me ne) lavo le mani!” indirizzato principalmente ai
familiari di pazienti con Disturbo Ossessivo Compulsivo ma che è molto utile anche per i
professionisti della salute mentale (siano essi psicoterapeuti o psichiatri) che si occupino di pazienti
che soffrono di questo disturbo e dei loro familiari.

 

Obiettivi formativi

Nel corso del webinar le autrici si susseguiranno nella presentazione del loro libro, cercando di
fornire una panoramica rispetto al lavoro che si può svolgere con i familiari di pazienti affetti da
DOC.

1. Nella prima parte si cercherà di delineare meglio che cosa sia il DOC e come esso funzioni,
avvalendosi anche del modello di spiegazione delineato da Francesco Mancini;

2. Nella seconda vi sarà una spiegazione relaFva a cosa significhi vivere con una persona con
il DOC. Verrà anche fatto un excursus della letteratura aggiornata relativa al coinvolgimento
dei familiari di persone che soffrono di DOC;

3. Nella terza, la più corposa, verranno illustrate le strategie che i familiari possono utilizzare
per fronteggiare il DOC del loro familiare.

 

 

 

Questo webinar nasce a partire dal libro “Io non me ne lavo le mani. Vivere con una persona con Disturbo Ossessivo Compulsivo” ,  edito da FrancoAngeli

Docenti

Paola Spera

Paola Spera

Paola Spera, psicologa psicoterapeuta, dottore di ricerca in Scienze Psicologiche presso l’Università di Padova, si è specializzata in psicoterapia cognitiva presso la sede di Verona della...
Vai al Profilo di Paola Spera
Alice-turri

Alice Turri

Alice Turri è psicologa psicoterapeuta specializzata in Psicoterapia cognitiva presso la sede di Veronadella Scuola di Psicoterapia Cognitiva – SPC. Psicologa forense. Con Paola Spera ha fondato...
Vai al Profilo di Alice Turri
Francesca-mancini

Francesca Mancini

Francesca Mancini è psicologa psicoterapeuta specializzata in Psicoterapia cognitva presso la sede di Verona della Scuola di Psicoterapia Cognitiva – SPC. Dottore di ricerca in Neuroscienze...
Vai al Profilo di Francesca Mancini

FrancoAngeli Editore

Dal management alla psicologia, dalla sociologia all’architettura, dall’economia alle discipline umanistiche: la più ricca gamma di proposte per soddisfare le esigenze di aggiornamento dei...
Vai al Profilo di FrancoAngeli Editore

5 recensioni per questo corso

  1. Sabrina Marinelli

    ok

  2. Adriana Frusto

    Molto valido

  3. Adriana Frusto

    Molto interessante

  4. Marina Mari

    Mi è piaciuta molto L ottica

  5. Fiorella Bertagna

    Ottimo tema

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal giorno 19/01/2024
  • 1 ora di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.