Dreamscapes, con Vittorio Lingiardi

Il seminario Dreamscapes, tenuto dal professor Vittorio Lingiardi, si svolgerà in orario notturno e tratterà il sogno come racconto involontario portatore di associazioni che riflette qualcosa della nostra struttura psichica, forse anche della nostra organizzazione di personalità. A metà serata, per portare nutrimento onirico, verrà presentato un video pieno di cinema e sogni, costruito apposta per questo workshop, al quale infatti dà il nome: Dreamscapes.  

Corso Ondemand

33,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 25/05/2022
(1557 Recensioni dei clienti)

Docenti:
Vittorio Lingiardi  

  • 4 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

28.408 visualizzazioni totali

Un seminario serale, quasi notturno, per parlare dell’onirico, raccontare la sua storia, a partire da un sogno di Penelope, e ragionare sui diversi modi in cui possiamo avvicinarci al sogno.


Interpretandolo, come annuncio dell’inconscio; registrandolo, come improvvisazione neurale; o semplicemente ascoltandolo – è il modo che il professor Vittorio Lingiardi preferisce – come racconto involontario portatore di associazioni che riflette qualcosa della nostra struttura psichica, forse anche della nostra organizzazione di personalità.

Esistono sogni nevrotici, sogni borderline, sogni psicotici?

Per Freud sono la «via regia» per l’inconscio e l’appagamento di un desiderio; per Jung una manifestazione autonoma della psiche, popolata di simboli e archetipi, quasi un prodotto artistico; per Bion un laboratorio dove si generano conoscenze e significati; per Bollas un setting della memoria in cui il soggetto ri-sperimenta i suoi rapporti oggettuali e il loro sviluppo psichico.

Nessuno sa a cosa servono, ma nessuno resiste alla tentazione di raccontarli e interrogarli. Trascorreremo insieme quattro ore oniriche e cercheremo di rispondere a molte domande attente ai modelli teorici ma anche trasversali alle diverse realtà cliniche:

  • la contemplate nel vostro lavoro una “clinica dell’onirico”?
  • Come vi regolate quando un/a paziente vi racconta un sogno?
  • E quando vi dice “io non sogno”?
  • Che cosa è la “capacità di sognare”?
  • Infine, per dirla con Bromberg, siete propensi a “destare il sognatore”, cioè a favorire il dialogo tra il sé della veglia e quello del sogno? 

A metà seminario, per portare nutrimento onirico, vedremo insieme un video pieno di cinema e sogni costruito apposta per questo workshop, al quale infatti dà il nome: Dreamscapes.  

 

Obiettivi didattici

Chi partecipa al workshop NON imparerà a “interpretare” i sogni, ma acquisirà conoscenze teoriche e cliniche relative al mondo onirico e alla possibilità di utilizzare in chiave “diagnostica” il rapporto del/la paziente con la forma, i contenuti e gli affetti dei suoi sogni.

Docenti


Vittorio Lingiardi

Vittorio Lingiardi, medico, è psichiatra e psicoanalista. È Professore Ordinario di Psicologia Dinamica presso l'Università Sapienza di Roma, dove ha ricoperto anche il ruolo di Direttore del Corso...
Vai al Profilo di Vittorio Lingiardi

1559 recensioni per questo corso

  1. Parisella Umberto

    molto interessante

  2. Alessia Wolf

    Sono molto interessata al corso

  3. Giovanna Maria Mazzoncini

    ritengo l’iniziativa interessante specie se correlata da miti e riferimenti ad altre aree creative come il cinema , interessante perché il lavoro del gruppo sempre apre più vertici e il tema, se legato alla clinica, diventa vivo non solo teorico

  4. margherita.preiata

    Eccellente il programma non ho dubbi sul contenuto e sulla capacità e conoscenza di chi lo espone , a chi ha il piacere di seguirlo con grande interesse .grazie.

  5. margherita.preiata

    Eccellente

Carica altre recensioni
Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Ondemand
Corso attivo dal giorno 25/05/2022
  • 4 ore di formazione
  • iscrizione a 33,00 €

    Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.