Emozioni, autocontrollo e linguaggio. Dalla teoria alle tecniche per sviluppare l’autoregolazione

Il professor Stefano Canali, a partire dal libro Regolare le emozioni, di Carocci Editore, esplora in questo webinar gratuito la capacità di regolare e controllare volontariamente le emozioni ed il rapporto fra linguaggio e autocontrollo.

Corso Gratuito

Corso attivo dal giorno 31/03/2022
(162 Recensioni dei clienti)

Docenti:
Carocci Editore  

  • 1.5 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

6.066 visualizzazioni totali

Il webinar Emozioni, autocontrollo e linguaggio tenterà di approfondire il tema della capacità di regolare e controllare volontariamente le emozioni, i desideri, l’attività mentale e il comportamento, quale uno dei principali aspetti delle funzioni esecutive; una competenza con uno straordinario impatto sull’adattamento dell’individuo all’ambiente e alle relazioni sociali e quindi anche sulla sua eventuale tendenza a sviluppare disturbi somatici o comportamentali.

L’autore del libro Regolare le emozioni, di Carocci Editore, analizzerà in che modo nelle scienze cognitive i modelli di spiegazione dell’autocontrollo stanno tentando di organizzare coerentemente la complessità, la molteplicità e la diversità delle dimensioni e delle rappresentazioni teoriche dell’autocontrollo, e della regolazione delle emozioni nonché dei modi e dei processi in cui questi ultimi vengono meno. Che rapporto c’è, ad esempio, tra i fenomeni e i concetti di inibizione, volontà, regolazione, decisione, pianificazione, memoria di lavoro? Quali sono le differenze e le sovrapposizioni tra le forme di autocontrollo che è possibile esercitare su diversi aspetti dei processi psichici e comportamentali, ad esempio tra controllo delle emozioni e dell’attenzione; controllo degli impulsi e delle attività cognitive; controllo dei desideri e controllo degli automatismi o delle abitudini? E quali sono i tratti specifici e comuni che caratterizzano il fallimento o il venir meno di queste diverse forme di autocontrollo? Quali peculiarità caratterizzano i processi di controllo cognitivo e volontario che intervengono quando si sceglie di sacrificare un incentivo, un piacere immediato per una ricompensa futura ma giudicata più grande?

Sono questioni di straordinaria importanza per la comprensione del comportamento umano; per la spiegazione delle dinamiche dello sviluppo psicologico, delle abitudini e degli stili di vita che eventualmente sostengono nel tempo la patogenesi delle malattie croniche, somatiche e comportamentali. Disturbi che sono in buona parte correlati al modo in cui l’autocontrollo e la regolazione delle emozioni vengono esercitate. Allo stesso modo, la comprensione delle dinamiche dell’autocontrollo nei suoi vari livelli è fondamentale per la prevenzione e il trattamento delle patologie croniche, considerato che l’autoregolazione media buona parte della costruzione di stili di vita che promuovono salute e determina l’aderenza al trattamento, la capacità di cambiare, di portare a termine un percorso di riabilitazione.

Una linea di ricerca innovativa e stimolante è quella sul rapporto tra linguaggio e autocontrollo, regolazione delle emozioni, degli impulsi e della condotta. Questo ambito di indagine ha eccezionali ricadute nella clinica dei disturbi del comportamento e anche in ambito educativo. Infatti, al fine di prevenire l’insorgenza dei disturbi cronici e ridurne i sintomi col trattamento, sarebbe utile comprendere meglio in che modo in un soggetto il linguaggio influenza la regolazione emotiva, il controllo dei desideri e dell’impulsività, la gestione del piacere, degli appetiti e delle ricompense, e quindi contribuisce alla costruzione delle abitudini e degli stili di vita, sani o patogeni. Allo stesso modo sarebbe fondamentale capire in che modo usare più efficacemente il linguaggio e la comunicazione nel contesto educativo e in quello terapeutico per favorire lo sviluppo delle capacità di autoregolazione, per riabilitare e rinforzare l’autocontrollo e la motivazione al cambiamento che sono componenti cruciali nella gestione delle condotte e delle abitudini correlate alle patologie, nella loro modificazione e quindi nei processi di recupero e di guarigione dai disturbi cronici, in particolare quelli comportamentali.

Relatore

Stefano Canali

Stefano Canali insegna all’Università di Roma Tre, membro del CoSMIC Lab (Cognition and Social Multimodal Interaction and Communication Laboratory), fondatore e direttore della Scuola di Neuroetica presso la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – SISSA – Trieste. Le sue ricerche attuali si concentrano sul ruolo del linguaggio nella regolazione emotiva e nel controllo del comportamento nelle dipendenze. Responsabile di numerosi progetti nazionali e internazionali per il trasferimento in ambito sanitario, educativo e sociale della ricerca nelle scienze cognitive. Coordinatore del comitato scientifico della Società Italiana Tossicodipendenze. Sul tema delle emozioni ha pubblicato tra gli altri “Emozioni e malattia” con Luca Pani. E’ autore del blog di informazione scientifica www.psicoattivo.com

Docenti


Carocci Editore

La Carocci Editore, nata nel 1980 per iniziativa di Giovanni Carocci, si è ben presto affermata nel panorama italiano come una delle principali university press per il rigore delle scelte,...
Vai al Profilo di Carocci Editore

162 recensioni per questo corso

  1. Aurora Dominianni (proprietario verificato)

    Corso estremamente interessante che abbraccia diversi aspetti e ambiti per fornire anche maggiori strumenti in ambito psicoterapeutico

  2. virginia nito

    molto interessante

  3. Maria Bordesi

    Iniziativa interessante.

  4. Angela Priolo

    Ottime iniziative

  5. Milena D’Alessio

    corso emozioni,autocontrollo e linguaggio

Carica altre recensioni
Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal giorno 31/03/2022
  • 1.5 ore di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.