Incontrare il paziente: sofferenza e cura alla luce della teoria dell’Io-Soggetto

Corso Gratuito

Corso attivo dal giorno 02/11/2022
  • 2 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

537 visualizzazioni totali

Cosa significa per l’analista incontrare il paziente e la sua sofferenza in una prospettiva non solo psicopatologica, ma esistenziale?

Come si coglie e si lavora nella relazione di “quei due” (analista e paziente) il processo riflessivo e creativo dell’Io-soggetto?

In questa Sessione di Supervisione si affronterà un affondo condiviso nella clinica della psicoanalisi della relazione con la rilettura di due brevi  percorsi/protocolli clinici.

 

Docenti

Massimo Schneider

Massimo Schneider

Massimo Schneider, Psicoanalista, socio ordinario e supervisore SIPRe, docente di Psicoanalisi della Relazione all’Istituto di Milano della Società. Autore de “La presenza nella stanza di...
Vai al Profilo di Massimo Schneider
SIPRe

SIPRe – Società Italiana di Psicoanalisi della Relazione

Alla luce dell’attuale epistemologia della complessità, sono molte le sfide con cui la psicoanalisi contemporanea si confronta: l’aggiornamento del corpus psicoanalitico...
Vai al Profilo di SIPRe – Società Italiana di Psicoanalisi della Relazione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Incontrare il paziente: sofferenza e cura alla luce della teoria dell’Io-Soggetto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal giorno 02/11/2022
  • 2 ore di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.