Accedi

La presa in carico di pazienti autolesivi e impulsivi. Supervisione di casi in età adolescenziale e adulta

Corso Gratuito

Corso attivo dal giorno 02/11/2022
(1 Recensioni dei clienti)

Docenti:
Lavinia Barone  

  • 2 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

861 visualizzazioni totali

La consultazione con pazienti autolesivi, impulsivi, multiproblematici in diverse comorbilità che comprendono il disturbo di personalità borderline, è difficile da impostare con metodo, in quanto la molteplicità e spesso caoticità con cui i pazienti portano i loro problemi esprime un funzionamento improntato dalla disregolazione emotiva che è alla base del conseguente discontrollo comportamentale e relazionale.

Di frequente gli ostacoli o le difficoltà che insorgono durante il trattamento rappresentano errori o elementi non considerati durante le fasi inziali della valutazione che, se organizzata da subito con metodo, consente di identificare più efficaci strategie di intervento.

Per il clinico può essere difficile predisporre una valutazione che si traduca in ipotesi di lavoro, in quanto l’inquadramento sintomatico o sindromico non è sufficiente per avere un effettivo orientamento all’intervento.

L’approccio al caso che presentiamo si basa sull’unione di strumenti propri al modello DBT e alla teoria dell’attaccamento e prevede 12 passaggi che costituiscono la chiave di lettura e di discussione del caso, con implicazioni dirette per identificare opportune strategie di intervento:

  1. Descrizione paziente: età, genere, condizioni di vita attuali
  2. Breve descrizione problemi attuali formulati in modo concreto e descrittivo.
  3. Diagnosi nosografica, se conosciuta
  4. Ambiente familiare di crescita fino all’età scolare (relazioni, emozioni, pensieri)
  5. Ambiente familiare di crescita fino all’adolescenza (relazioni, emozioni, pensieri)
  6. Ambiente di vita attuale (relazioni, emozioni, pensieri)
  7. Domanda di cura e obiettivi di vita
  8. Comportamenti di rischio
  9. Problematiche relazionali attuali
  10. Problematiche relazionali in seduta
  11. Analisi di un problema significativo portato dal paziente: descrivere dettagliatamente il problema, specificando come è insorto, quali i fattori che lo hanno mantenuto (pensieri, emozioni, comportamenti), cosa ha fatto il paziente e cosa ha detto/fatto il terapeuta.
  12. Strategie di chiusura della seduta

In questa supervisione di due ore “La presa in carico di pazienti autolesivi e impulsivi” verranno selezionati 2 casi formulati secondo il format proposto e inviati dai partecipanti. I casi saranno discussi secondo il format sopra delineato, identificando gli elementi chiave della valutazione durante la presa in carico del paziente, ossia nelle prime fasi del trattamento, con discussione delle implicazioni per l’impostazione dello stesso.

 

Docenti

Lavinia Barone

Lavinia Barone

La Prof.ssa Lavinia Barone Psicologa e psicoterapeuta. Professore ordinario in Psicologia dello Sviluppo presso l’Università degli Studi di Pavia. Direttrice del Laboratorio per la psicologia...
Vai al Profilo di Lavinia Barone

2 recensioni per questo corso

  1. Miria Bargagna

    Molti spunti. Assolutamente interessante e utile

  2. Marcella Frascina

    Ho molto apprezzato il lavoro di supervisione, attento e rispettoso, svolto dalla Dott.ssa Barone.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal giorno 02/11/2022
  • 2 ore di formazione
  • Il tuo Club FCP non è attivo!

    Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.

    Il tuo Club FCP non è attivo!