Il modello sistemico relazionale applicato all’ambito sportivo

Il Modello Sistemico Relazionale applicato allo Sport

Corso Ondemand

Il corso fornirà una preparazione teorica di base all’approccio sistemico relazionale tale da permettere l’utilizzo di strumenti e tecniche tipici del modello nel contesto specifico dello sport e dell’esercizio fisico.

(3 recensioni dei clienti)

Docente: Luana Morgilli  

Ultimo aggiornamento il 09/11/2021 Italiano 1.651 visualizzazioni totali

87,00  IVA inclusa

Questo corso include:
  • 9 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

87,00  IVA inclusa

L’orientamento sistemico-relazionale considera la persona non come una singola monade ma come un essere vivente immerso e strettamente connesso al contesto relazionale, sociale e culturale nel quale vive.

 

Nel corso “Il modello sistemico relazionale applicato all’ambito sportivo” vedrai come questa modalità e capacità di osservazione complessiva e sistemica può rivelarsi un grande risorsa per il professionista, anche nell’ambito sportivo.

Il modello sistemico relazionale ci offre nuovi “occhiali” con cui osservare l’individuo nel suo contesto di vita e di appartenenza.

In ambito sportivo, l’influenza delle componenti psicologiche e mentali nella performance è ormai ampiamente riconosciuta, ma gli aspetti di tipo relazionale sono ancora troppo spesso messi in secondo piano rispetto al più diffuso utilizzo di tecniche di mental training.

 

Tuttavia, l’incontro tra la psicologia dello sport e il modello sistemico-relazionale risulta di grande interesse per diversi motivi, infatti l’ambiente sportivo è fortemente legato a dinamiche e questioni di tipo relazionale.

Pensiamo, ad esempio, al legame che si instaura tra atleta e staff tecnico e come il cambiamento dell’allenatore o il trasferimento in un’altra società siano spesso legati a momenti di impasse e difficoltà degli atleti interessati.

O ancora, soprattutto nel caso di atleti di alto livello, è facile trovarsi di fronte a persone che hanno relazioni quasi esclusivamente all’interno del contesto sportivo.

Questo capita spesso anche a ragazzi e giovani adulti in piena fase di crescita, individualizzazione e svincolo; si tratta di aspetti che non possono essere ignorati, perché il modo in cui viene vissuto il contesto sociale può influire notevolmente sulla motivazione e sulla performance, oltre che sul benessere generale.

Ad oggi, le conoscenze e gli strumenti sistemico relazionali sono ancora poco integrati nelle modalità di lavoro della psicologia dello sport (Tortorelli, 2016), dove invece trovano già spazio da qualche tempo alcune tecniche legate, ad esempio, alla terapia cognitivo comportamentale o alla bioenergetica.

 

Quale aspetto di novità pensiamo possa offrire l’approccio sistemico alla psicologia dello sport?

Il paradigma sistemico ci permette di acquisire una visione innovativa e circolare sui concetti di causa ed effetto, sul modo di osservare e utilizzare il contesto, sul processo di crescita delle persone, sul coinvolgimento di sistemi significativi dell’utente con cui lavoriamo e di cui siamo attori in prima persona.

Ci permette di acquisire una visione innovativa e circolare anche sull’utilizzo della comunicazione sia nell’intervento che nell’esplorazione e nell’accomodamento al contesto, anche attraverso comunicazioni paradossali o metaforiche.

Salvador Minuchin (1976), uno dei pionieri della terapia sistemica e familiare, spiegava che un terapeuta deve imparare a “danzare la danza della famiglia”, e usava questa metafora per descrivere il complesso processo di comprensione e di adattamento del terapeuta alla famiglia che aveva di fronte.

In altri termini, si tratta di accedere alle modalità di comunicazione e relazione degli utenti, per riuscire a delineare insieme una nuova coreografia.

Con il corso “Il modello sistemico relazionale applicato all’ambito sportivo” impareremo a capire come danzare la danza di atleti, squadre e società sportive e a inserirci all’interno dell’intero contesto relazionale di riferimento, promuovendo nuovi apprendimenti e cambiamenti, in ottica funzionale e circolare.

 

Programma

  1. Chi è lo psicologo dello sport e dell’esercizio fisico
  2. Principi teorici sistemico-relazionali nel contesto sportivo
  3. Entrare in campo con un approccio sistemico-relazionale
  4. Le fasi di crescita dell’atleta
  5. La griglia di lettura nel contesto sportivo
  6. L’uso della metafora nello sport e con lo sport

 

Obiettivi

Il corso fornirà una preparazione teorica di base all’approccio sistemico relazionale tale da permettere l’utilizzo di strumenti e tecniche tipici del modello nel contesto specifico dello sport e dell’esercizio fisico.

In particolare il corso permetterà di:

  • Essere introdotti al contesto della psicologia dello sport;
  • Apprendere le basi della teoria sistemico relazionale;
  • Apprendere come leggere e capire il contesto in ottica sistemico-relazionale;
  • Imparare ad analizzare la domanda in ottica sistemico-relazionale;
  • Apprendere l’utilizzo di strumenti operativi da applicare sul campo;
  • Esplorare in modo consapevole il tipo di relazioni che intercorrono tra i componenti del contesto sportivo;
  • Esplorare e capire in modo consapevole gli eventi e le fasi evolutive che si verificano nel contesto sportivo;
  • Utilizzare la griglia di lettura come strumento per analizzare la situazione in cui si interviene;
  • Incrementare l’efficacia comunicativa anche attraverso l’utilizzo di metafore.

 

Destinatari

Psicologi che lavorano o desiderano lavorare in ambito sportivo;
Psicoterapeuti sistemici-relazionali che desiderano lavorare nel mondo dello sport;
Psicologi e psicoterapeuti di altra formazione che desiderano avvicinarsi a entrambe le tematiche.

Modalità di fruizione

I Corsi Ondemand sono formati da videolezioni registrate. Una volta acquistato, lo troverai disponibile nella tua Area riservata e potrai seguirlo quante volte vorrai per 12 mesi dalla data di acquisto. Da desktop, da tablet, da smartphone.

Docenti

Luana Morgilli

Luana Morgilli

Luana Morgilli è psicologa, psicoterapeuta sistemico-relazionale ed EMDR. Da diversi anni lavoro in ambito sportivo attraverso interventi formativi e informativi per corsi rivolti a tecnici di...
Vai al Profilo di Luana Morgilli

3 recensioni per Il Modello Sistemico Relazionale applicato allo Sport

  1. Elisa Sartini (proprietario verificato)

    molto interessante e chiaro!

  2. Sara (proprietario verificato)

    Corso completo ed esaustivo rispetto al tema che tratta. Molti gli spunti grazie ad una ottima combinazione tra parte teorica ed esercitazioni pratiche! Consigliato!!!!

  3. Valentina cristofano (proprietario verificato)

    .

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Domande e risposte dei Colleghi

Non ci sono ancora domande, poni per primo una domanda per questo prodotto.

Solo gli utenti registrati posso inserire domande
0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi