Accedi

Lui tra di noi. La psicoterapia in videoconferenza

Prendendo spunto da un recente libro Si guarda ma non si tocca. Psicoterapia e setting online, Persiani Editore,  curato da Angelo Pennella, il webinar intende proporre una serie di riflessioni sul tema dell’uso della videoconferenza in psicoterapia, coinvolgendo Massimo Grasso, uno dei coautori del libro, e Mario Ardizzone nella funzione di chair. 

Corso Gratuito

0,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 05/02/2023
(67 Recensioni dei clienti)

Docenti:
Angelo Pennella , Massimo Grasso , Mario Ardizzone  

  • 1.5 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

1.829 visualizzazioni totali

In questi ultimi due anni, ciò che sembrava un’eccezione è diventata la norma. Fare consulenze e psicoterapie appoggiandosi ad app e piattaforme di videoconferenza è diventata infatti una consuetudine anche per chi lo riteneva, prima della pandemia, impensabile. Di fatto, il coronavirus ha lacerato l’intimità e la sicurezza dei nostri studi professionali e ha costretto migliaia di psicoterapeuti a trasferirsi sull’online e ad accostarsi a un modo diverso di essere presenti con il paziente: vicini e lontani contemporaneamente.

Sulla spinta di questa migrazione forzata, ci si è confrontati con situazioni insolite e inaspettate, con luoghi – si pensi a cucine, camere da letto o automobili – mai visti prima, anche se a volte descritti dai pazienti. Il setting, sia quello materiale che mentale, ha subito mutazioni su cui i clinici si sono e si stanno interrogando: cosa significa sviluppare una psicoterapia in videoconferenza? Quali sono le implicazioni di un setting doppio, cioè di una “cornice materiale” la cui responsabilità non è più solo del terapeuta ma anche del paziente? Quali sono le funzioni svolte dal setting offline che non possono essere garantite in una relazione clinica a distanza tecno-mediata? E ha veramente senso contrapporre il setting tradizionale a quello online sulla base della dicotomia materialità vs. virtualità? E il corpo? Che ruolo ha la scomparsa del corpo fisico nella relazione con il paziente?

Prendendo spunto da un recente libro Si guarda ma non si tocca. Psicoterapia e setting online, Persiani Editore,  curato da Angelo Pennella, il webinar intende proporre una serie di riflessioni su questi temi coinvolgendo Massimo Grasso, uno dei coautori del libro, e Mario Ardizzone nella funzione di chair. 

Docenti


Angelo Pennella

Angelo Pennella, psicologo clinico, psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico, docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute dell’Università “Sapienza” di Roma, è...
Vai al Profilo di Angelo Pennella

Massimo Grasso

Massimo Grasso, psicologo clinico, psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico, già professore ordinario di Psicologia Clinica, è stato presidente del Comitato etico per la ricerca psicologica nel...
Vai al Profilo di Massimo Grasso

Mario Ardizzone

Mario Ardizzone, psicologo e psicoterapeuta, già dirigente psicologo presso il Dipartimento di Salute Mentale della ASL RM 1, è psicoanalista e docente ISIPSE’ (Istituto di Specializzazione in...
Vai al Profilo di Mario Ardizzone

68 recensioni per questo corso

  1. Chiara Petrachi (proprietario verificato)

    molto interessante!

  2. Marialuisa Petruzzo (proprietario verificato)

    Interessante nei contenuti, ma molto teorico

  3. SALVATORE NUZZO (proprietario verificato)

    molto valido. grazie

  4. Giuditta Acerra (proprietario verificato)

    5 stelle

  5. Rosa Alessia Scordamaglia (proprietario verificato)

    Il corso è stato molto stimolante, un ottimo spunto di riflessione sul confine, ormai non troppo rigido, tra il mondo digitale e il mondo reale.

Carica altre recensioni
Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Corso Gratuito
Corso attivo dal giorno 05/02/2023
  • 1.5 ore di formazione
  • Domande frequenti sul corso

    Le registrazioni dei corsi a cui ti sei iscritta/o sono elencati nella tua Area Riservata, a cui puoi accedere effettuando il login. Ciascun corso, gratuito e/o a pagamento, ti rimane accessibile per 12 mesi dalla data di registrazione, salvo differenti informazioni fornite nel programma.

    L’eventuale presenza di crediti ECM, ed il relativo numero di crediti, viene indicata ad inizio pagina e nel box di iscrizione. Se presenti, all’interno del programma c’è un paragrafo “Crediti ECM” in cui poter visualizzare la data a partire dalla quale potrai effettuare il quiz ECM e la data massima entro cui riuscire a superarlo con successo. Tali informazioni e date sono riportate anche nel box di iscrizione.

    Per calcolare le tempistiche di accreditamento bisogna far riferimento alla “Data di scadenza del Quiz ECM” indicata nello specifico corso di formazione, NON alla data in cui viene superato il Quiz ECM. La data di scadenza del Quiz ECM la trova indicata nella pagina del corso, sia nel box di iscrizione che nel paragrafo dedicati a Crediti ECM.
    Ebbene, entro 90 giorni dalla data di scadenza del Quiz ECM dobbiamo comunicare i dati ad AGENAS. A sua volta AGENAS trasmetterà i dati al COGEAPS e solo a quel punto le risulteranno accreditati.
    Mediamente, consigliamo quindi di calcolare circa 4 mesi dalla data di scadenza del Quiz ECM. Precisiamo, in ogni caso, che l’Attestato di acquisizione ECM del corso a cui ha partecipato, vale come certificazione dei crediti acquisiti.

    Sì, il corso rilascia un attestato di partecipazione.

    Tutti i corsi di FCP, con speaker internazionali, dispongono di traduzione in italiano. In particolare: i Corsi online e le Master Class dispongono di interpretariato simultaneo, i Corsi Ondemand dispongono di sottotitolazione e/o voice over in italiano, i Corsi residenziali – in-person – dispongono di interpretariato simultaneo o consecutivo. Tali informazioni vengono generalmente specificate sulla pagina di presentazione di ciascun corso.

    La presenza di materiale extra dipende dal docente e dal corso specifico: solitamente ci sono pdf contenenti i power point del docente.