Accedi

In che modo il Trauma Infantile può influenzare le relazioni adulte

relazioni adulte

Chi hai subito un trauma durante i primi anni della vita, potrebbe guardare e vivere le relazioni adulte in modo insicuro, evitante o disfunzionale.

Negli Stati Uniti, più di due terzi dei bambini ha subito una qualche forma di trauma, secondo la Substance Abuse and Mental Health Services Administration (SAMSHA).

In tutto il mondo, 1 adulto su 8 ha denunciato abusi sessuali durante l’infanzia e 1 su 4 ha segnalato abusi fisici, riporta uno studio del 2017.

In effetti, il trauma infantile non è raro.

 

Cos’è il trauma infantile?

“Trauma infantile” è un termine generico. Si riferisce a qualsiasi esperienza significativamente angosciante a cui potresti essere stato esposto da bambino.

Per esempio:

  • violenza fisica
  • abuso sessuale
  • disastri naturali
  • perdita di una persona cara
  • abbandono
  • affidamento
  • qualsiasi altro evento in cui ti sei sentito spaventato, impotente, inorridito o sopraffatto

Poiché tutti viviamo la vita in modi diversi, ciò che potrebbe essere traumatico per te potrebbe non esserlo per qualcun altro. Ciò che conta davvero è come hai percepito la situazione e come ti senti.

“Se i bambini hanno abbastanza nutrimento e supporto, è molto meno probabile che sperimentino sintomi legati al trauma”, afferma Christie Pearl, consulente per la salute mentale autorizzata e terapeuta EMDR certificato.

“D’altra parte, se i genitori o gli operatori sanitari non forniscono un supporto sufficiente, o se sono stati la fonte del trauma, è più probabile che il bambino sperimenti gli effetti negativi di quell’esperienza”, dice.

Il trauma complesso, che consiste nell’esposizione ripetuta ad eventi o esperienze angoscianti per un periodo di tempo, può essere particolarmente pervasivo.

 

Trauma infantile e relazioni

Il trauma infantile può avere un impatto sulle relazioni perché impariamo i legami emotivi all’inizio della vita. Quindi, quando le persone da cui dipendiamo per la sopravvivenza ci feriscono o non sono presenti, può influire sul modo in cui vediamo la connessione umana.

Anche l’età può avere un ruolo. Il nostro cervello si sviluppa rapidamente dal neonato all’infanzia. Quindi, in generale, più sei vecchio quando si verifica un trauma, meno questo potrebbe avere un impatto sulle tue relazioni future. Ad esempio, se avevi 14 anni invece di 4.

Ma non è sempre così. Sono in gioco molti altri fattori, come l’intensità del trauma, per quanto tempo sei stato esposto e quanto spesso si è verificato.

Un’altra considerazione è se avevi altre relazioni soddisfacenti intorno a te in quel momento, come membri della famiglia, insegnanti premurosi, leader religiosi o altri adulti che si sentivano al sicuro con te.

 

Impatto del trauma infantile sulle relazioni adulte

Ci sono una miriade di modi in cui il trauma infantile potrebbe avere un impatto sul modo in cui vivi le relazioni adulte.

Stili di attaccamento

Le prime esperienze aiutano a plasmare ciò in cui credi del mondo: è un posto sicuro contro un posto spaventoso, o forse una via di mezzo.

È qui che la teoria dell’attaccamento può entrare in gioco: il modo in cui ti relazioni con gli altri per stabilire o evitare l’intimità.

Secondo questa teoria, i nostri legami da adulti tendono a rispecchiare quelli che abbiamo stabilito per la prima volta con i caregiver primari.

Sulla base di ciò, ci sono quattro stili di allegato principali:

Sicuro

Qualcuno con questo stile di attaccamento è aperto a stabilire relazioni di fiducia e strette con le altre persone. Non esitano ad amare ed essere amati. Non evitano l’intimità e tendono a non dipendere interamente da qualcun altro.

Insicuro – ambivalente

Coloro che stabiliscono questo stile di attaccamento possono sperimentare una significativa paura di essere abbandonati e il bisogno di essere costantemente convalidati. Inoltre, potrebbero sentire che il loro partner raramente si preoccupa abbastanza per loro.

Insicuro – evitante

Qualcuno con questo stile di attaccamento può provare paura dell’intimità emotiva. Questo potrebbe portarli ad evitare di avvicinarsi troppo agli altri o a diffidare dei loro cari. Di conseguenza, sono spesso emotivamente non disponibili.

Disorganizzato – disorientato

Le persone con questo stile di attaccamento possono desiderare l’attenzione e l’amore dai loro altri significativi, ma allo stesso tempo evitare l’intimità emotiva da parte loro. Potrebbero aver bisogno di sentirsi amati e seguiti, ma di solito evitano di sviluppare relazioni sentimentali strette.

Gli ultimi tre stili di attaccamento sono considerati “attaccamenti insicuri“. Questi possono porre sfide uniche nelle relazioni degli adulti.

Gli stili di attaccamento non sono qualcosa che scegli. Derivano da prime esperienze che erano fuori dal tuo controllo.

“Queste non sono scelte consapevoli”, dice Pearl. “Queste risposte sono la capacità del nostro cervello di adattarsi e sopravvivere in un ambiente non educante”.

Sono inoltre qualcosa si cui si può lavorare e che si può superare.

 

Master Class in Trauma dello Sviluppo e Dissociazione in Bambini e Adolescenti

 

Relazioni adulte: sfide di fiducia

Non è raro lottare con la fiducia negli altri durante le tue relazioni adulte se hai avuto alcune prime esperienze nella vita.

Potresti avere difficoltà a fidarti che il tuo partner sarà lì per te quando ne avrai bisogno, o fidarti di lui quando dice che rispetterà i tuoi bisogni e i tuoi limiti.

Potresti anche dubitare di essere amato, anche se il tuo partner esprime i suoi sentimenti nei tuoi confronti.

 

Stili di comunicazione

Il trauma infantile può anche influenzare il modo in cui comunichi con gli altri nelle relazioni adulte.

Il tuo stile di comunicazione può riflettere ciò che è stato modellato per te da bambino.

Ad esempio, se sei cresciuto in una casa con persone che urlano frequentemente, potresti rievocare questi scambi con il tuo partner. Potresti credere che questo sia il modo in cui affronti il ​​conflitto in una relazione.

Potresti anche trovare difficile esprimere verbalmente le tue emozioni o persino parlare di ciò che è importante per te.

Alcuni stili di comunicazione possono essere correlati al modo in cui gli altri hanno comunicato con te o con gli altri all’inizio della tua vita, questi includono:

  • Passivo: indiretto, abnegazione o scusa
  • Passivo-aggressivo: emotivamente disonesto e autoreferenziale a spese degli altri
  • Aggressivo: inappropriato per alcune situazioni, incolpare, controllare, dirigere e attaccare

Gli stili di comunicazione sono qualcosa che impari e sviluppi nel tempo. Allo stesso modo, puoi disimpararli e imparare a comunicare in modi diversi.

 

Rievocazione del trauma nelle relazioni adulte

In alcuni casi, potresti entrare in relazioni adulte che imitano o rafforzano ciò che hai imparato da bambino. Questo si chiama rievocazione del trauma.

Potresti ritrovarti a ripetere i cicli della tua prima infanzia e a metterti in situazioni in cui potresti essere ferito di nuovo emotivamente o fisicamente.

Questa non è una scelta personale. Potrebbe essere un meccanismo di difesa che ti porta a cercare qualcosa che ti sembra familiare. Potrebbe anche essere un tentativo inconscio di guarire affrontando le stesse sfide.

“Se quel trauma rimane irrisolto, [le persone] cercano inconsciamente il conforto del conosciuto, anche se è doloroso”, afferma la dottoressa Nancy Irwin, psicologa clinica di Los Angeles.

 

Intelligenza emotiva

L’intelligenza emotiva (IE) si riferisce alla capacità di percepire e gestire le proprie emozioni e quelle di altre persone in situazioni diverse.

In altre parole, si riferisce alla consapevolezza e alla regolazione emotiva.

Le persone che hanno subito traumi infantili possono avere difficoltà a sviluppare questi aspetti.

Il trauma infantile potrebbe aver messo in discussione lo sviluppo di tutti gli strumenti di cui hai bisogno per il tuo kit di strumenti emotivi.

Alcuni esempi di come l’intelligenza emotiva può manifestarsi nelle relazioni includono:

  • collaborazione e cooperazione
  • empatia
  • auto consapevolezze emotive
  • capacità di esprimere come ti senti
  • capacità di identificare ciò che l’altra persona potrebbe provare
  • tendenza a valutare le tue reazioni
  • capacità di fare una pausa prima di reagire
  • responsabilità
  • capacità di collegare i tuoi pensieri e le tue emozioni con i tuoi comportamenti
  • capacità di collegare i propri comportamenti con le reazioni emotive di altre persone

Qualcuno che ha subito un trauma infantile potrebbe avere difficoltà a sviluppare una o più di queste abilità dell’intelligenza emotiva.

Ma l’intelligenza emotiva è un insieme di abilità che può essere appreso e sviluppato a qualsiasi età.

 

Condizioni della salute mentale

La ricerca mostra che potrebbe esserci un legame tra il trauma infantile e lo sviluppo di determinate condizioni di salute mentale, come l’ansia e la depressione.

Tutti questi possono influenzare le tue relazioni adulte interpersonali, a un certo livello.

Articolo liberamente tradotto e adattato. Fonte: https:// psychcentral.com/ blog/ how-childhood-trauma-affects-adult-relationships

Corsi correlati

Articoli correlati

Disturbi da Ansia e Stress
Maladaptive Daydreaming, Dissociazione e Disturbi Dissociativi
Il maladaptive daydreaming (sogno a occhi aperti maladattivo) è stato al centro di una serie di...
Trauma Collettivo
L’eredità del Trauma può essere trasmessa alle generazioni successive?
Nel 1864, verso la fine della guerra civile americana, le condizioni dei campi per prigionieri...

One thought on “In che modo il Trauma Infantile può influenzare le relazioni adulte

  • Anna Maria Liberata says:

    ” Più di DUE TERZI dei minori ha subito una qualche forma di trauma, in USA” , quindi ” il trauma NON è raro” : l’articolo comincia con una contraddizione, o sbaglio? Se sono “due terzi” è FREQUENTE, non raro.

Partecipa lasciando un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Have no product in the cart!
0