Sentimenti senza memoria in pazienti con Alzheimer

L’Alzheimer è una malattia mentale debilitante che cancella i ricordi, ma non l’impatto dei sentimenti e delle relazione sociali. Questo secondo un recente studio dell’ University of Iowa: anche nelle fasi successive della patologia, sembra che il malato riesca comunque a discriminare tra chi si occupa di lui e chi condivide con lui un sentimento; la ricerca sottolinea l’importanza di sostenere emotivamente coloro che vivono con la malattia.

I ricercatori ritengono che anche se questi pazienti non possono ricordare la visita più recente dei propri cari, mantengono comunque i sentimenti; le cure possono avere un impatto duraturo.

Gli autori dello studio hanno scoperto questo dopo aver mostrato ai pazienti con morbo di Alzheimer clip di film felici e tristi, e vedendo che i pazienti sostenevano stati emotivi di felicità o tristezza, nonostante il fatto che non potevano ricordare i film. “Questo conferma che la vita emotiva di un malato di Alzheimer è vivo e vegeto” Edmarie Guzmán-Vélez, uno studente di dottorato in psicologia clinica e l’autore dello studio, ha detto nel comunicato stampa. È interessante notare che i pazienti che ricordavano meno dei film hanno sperimentato più tristezza.

In altre parole, fornendo ai pazienti piccole gioie si può davvero fare la differenza – anche se si assume automaticamente che non lo ricorderanno. Mentre la capacità dei pazienti di Alzheimer di conservare i ricordi, il linguaggio, o il ragionamento potrebbe deteriorarsi, la loro capacità di provare emozioni e percepire le emozioni degli altri rimane forte anche alla fine.

I nostri risultati dovrebbero responsabilizzare caregivers, mostrando che le loro azioni verso i pazienti veramente contano“, ha detto Guzmán-Vélez nel comunicato stampa. “Frequenti visite e sociali interazioni, esercizio fisico, la musica, la danza, barzellette, o piccole attenzioni, come servire il cibo preferito al paziente, possono avere un impatto emotivo duraturo sul paziente e sul suo benessere percepito.

Fonte:

Guzmán-Vélez E, Feinstein J, Tranel D. “Feelings Without Memory in Alzheimer Disease.” Cognitive & Behavioral Neurology, 2014.

Copyright: [email protected]
Non riprodurre senza autorizzazione

Condizione Professionale

La tua Regione

Condizioni di Servizio, la Policy Privacy e la Policy Cookies, ai sensi del GDPR (General Data Protection Regulation) con riferimento al Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati in vigore dal 25/05/2018"

0 responses on "Sentimenti senza memoria in pazienti con Alzheimer"

    Lascia un Messaggio

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Certificati di partecipazione
    Ogni corso rilascia l'attestato di partecipazione

    Corsi ondemand sempre tuoi
    Saranno tuoi a vita, sempre accessibili nella tua mediateca personale

    Dove vuoi, quando vuoi
    Corsi ondemand e webinar fruibili da pc, tablet e smartphone

    Qualità garantita
    Un'offerta formativa di alta qualità, pratica, spendibile, modulare

    © 2012-2018 Tutti i diritti riservati. FormazioneContinuaInPsicologia.it è di proprietà di Liquid Plan srl, p.iva 11818651009
    0

    Possiamo aiutarti?

    Compila i seguenti campi per contattarci in caso di dubbi o problemi con i nostri servizi.

     

    Grazie!
    Ti ricontatteremo via email.