Disturbi Dissociativi Complessi: come trattare i Traumi di Attaccamento?

In questo workshop specialistico verranno presentate e poste a confronto diverse modalità per affrontare l’attaccamento traumatico: DBR, EMDR, TOP DD e trauma model, con l’idea di aprire una finestra di riflessione su come ciascuno di essi, all’interno di un approccio complesso e integrato, possa offrire risorse utili e concrete ai clinici che vogliono lavorare con questa tipologia di pazienti. Imparerai diversi modelli assieme ai docenti internazionali Frank Corrigan, Colin Ross, Bethany Brand e Dolores Mosquera.

Corso Ondemand

147,00  IVA inclusa

Corso attivo dal giorno 01/11/2022
(18 Recensioni dei clienti)
  • 9 ore di formazione
  • Accesso su dispositivo mobile
  •  Attestato di partecipazione

2.924 visualizzazioni totali

Una delle sfide cliniche più impegnative che i clinici si trovano ad affrontare oggi è rappresentata dagli esiti infiltranti, cronici e nefasti dell’attaccamento traumatico nel funzionamento della persona in età adulta.

La ricerca sembra inequivocabilmente dimostrare che i traumi dello sviluppo e i legami di attaccamento di natura traumatica sono alla base non solo dei disturbi tipicamente riconducibili allo spettro traumatico (PTSD, C-PTSD, Disturbi Dissociativi e Disturbi Dissociativi complessi, BPD) ma rappresentano un potente fattore di rischio anche per altri disturbi psichiatrici.

I traumi cumulativi vissuti nel contesto di relazioni significative compromettono in maniera massiva la qualità della regolazione emotiva, comportano problemi nella stabilità e integrazione del sé e nella qualità delle relazioni, alterano il rapporto col corpo e creano dissociazione, intesa come fenomeno profondamente patogeno, che ostacola il processo evolutivo e integrativo della mente umana.

Gli esperti internazionali concordano nel ritenere che il trattamento d’elezione per quadri clinici così complessi consista in una terapia orientata per fasi:

  1. stabilizzazione e riduzione dei sintomi;
  2. elaborazione delle memorie traumatiche;
  3. integrazione della personalità.

All’interno di queste generali linee guida, tuttavia, i terapeuti si trovano costantemente di fronte a criticità, dubbi, ostacoli, blocchi, e ripetuti interrogativi in merito a come strutturare passo passo l’intervento clinico e come affrontare i decision points più significativi.

In questo workshop verranno presentate e poste a confronto diverse modalità per affrontare l’attaccamento traumatico: DBR, EMDR, TOP DD e trauma model, con l’idea di aprire una finestra di riflessione su come ciascuno di essi, all’interno di un approccio complesso e integrato, possa offrire risorse utili e concrete ai clinici che vogliono lavorare con questa tipologia di pazienti.

Programma

ChairmanEmanuele Pasquali

DiscussantGiovanni Tagliavini e Paola Bertulli

Frank Corrigan

Deep Brain Reorienting nel trattamento dell’attaccamento traumatico

Questo contributo esplorerà il concetto del dolore legato alla solitudine come ferita di attaccamento che sorge nella prima infanzia, in coloro che sviluppano disturbi dissociativi complessi come adattamento disintegrativo a tali esperienze. Saranno esplorati diversi tipi di dissociazione derivanti da esperienze traumatiche nell’infanzia e verranno avanzate ipotesi per il coinvolgimento dei diversi sistemi cerebrali. L’approccio clinico utilizzato nel Deep Brain Reorienting (DBR) sarà descritto in relazione ai presunti meccanismi dissociativi.

Costanzo Frau

I Traumi di Attaccamento nei disturbi dissociativi: l’integrazione del DBR nel trattamento per fasi

L’attaccamento disorganizzato nei confronti del caregiver abusante rappresenta un problema centrale nella terapia con i pazienti con disturbo dissociativo complesso. Il terapeuta deve gestire il riattivarsi delle dinamiche relazionali traumatiche che mantengono la dissociazione e rendono necessario un continuo lavoro di stabilizzazione. Nella prima parte della sua presentazione, Costanzo Frau descriverà come può essere integrato il Deep Brain Reorienting (DBR) all’interno del trattamento per fasi dei disturbi dissociativi. Nella seconda parte verrà presentato un caso di disturbo di depersonalizzazione seguito in psicoterapia da dieci anni e trattato nell’ultimo anno col DBR.

Dolores Mosquera

EMDR per il trattamento dell’attaccamento traumatico nei disturbi dissociativi

In una relazione sicura, il comportamento del caregiver è prevedibile e stabile. Quando il bambino ha bisogno di conforto e rassicurazione, i caregiver sono disponibili e in grado di riconoscere e rispondere in modo coerente ai bisogni del bambino, fornendo rassicurazione, supporto e senso di sicurezza. Al contrario, i bambini che crescono con un caregiver il cui comportamento è confuso, imprevedibile o talvolta traumatizzante, hanno difficoltà a stabilire una visione coerente del caregiver e di sé stessi.

In questa presentazione, Dolores Mosquera discuterà di come si sviluppa l’attaccamento traumatico quando i bambini devono adattare le loro risposte ad un ambiente imprevedibile e spesso mutevole. Queste strategie di sopravvivenza spesso portano allo sviluppo di un senso di sé frammentato e conflittuale. Illustrerà le difficoltà che si incontrano nella terapia e come comprenderle e affrontarle da una prospettiva EMDR.

Daniela Rabellino

Trauma, il cervello più antico e il sé

In questa presentazione verranno illustrate le basi neurali del cervello traumatizzato, con particolare attenzione alle regioni del mesencefalo e del cervelletto che sono implicate in funzioni evolutivamente antiche. Verranno inoltre presi in esame i diversi network cerebrali caratteristici del sottotipo dissociativo del disturbo da stress post-traumatico (PTSD). Infine, rifletteremo su come i dati neurobiologici supportino il concetto di “senso di sé incarnato” e in che modo questo può essere influenzato negativamente da traumi e dissociazione.

Bethany Brand

Trattamento della dissociazione complessa collegata al trauma: una prospettiva della comunità internazionale

Bethany Brand discuterà i risultati promettenti degli studi internazionali chiamati studi sul trattamento dei pazienti con disturbi dissociativi complessi (TOP DD). Questi studi prospettici mostrano che il trattamento graduale basato sul trauma è associato a una diminuzione dei sintomi di PTSD e dissociazione, autolesionismo, tentativi di suicidio, ricoveri e costi di trattamento. La dott.ssa Brand presenterà i risultati del più recente studio all’avanguardia TOP DD Network, che è un programma online per i pazienti con DD e i loro terapeuti. Condividerà i fattori scatenanti e le funzioni più comuni dei comportamenti non sicuri e l’approccio che ha migliorato la capacità dei clienti con CDD (Childhood Disintegrative Disorder) di regolare le emozioni, gestire i sintomi e stabilizzare la sicurezza.

Questo programma insegna anche ai medici una concettualizzazione dei comportamenti non sicuri dei clienti con CDD e interventi pratici utili per stabilizzare i clienti con CDD. Utilizzando i diari dei clienti, le opere d’arte ed i sondaggi di ricerca, la dott.ssa Brand condividerà le loro prospettive sull’esperienza di sopravvivenza al trauma, avendo sviluppato stati del sé rinnegati e non integrati, e le loro reazioni alla partecipazione al programma TOP DD Network.

Colin Ross

Lavorare con le personalità alter bambine nei quadri di disturbo dissociativo dell’identità (DDI)

In questa presentazione, Colin Ross descriverà le strategie terapeutiche per parlare con gli alter bambini negli adulti con disturbo dissociativo dell’identità (DDI). Gli obiettivi sono:

  • creare luoghi sicuri interni adatti alle parti bambine;
  • individuare un protettore interno per questi alter;
  • istituire un canale di comunicazione tra le parti bambine e la personalità ospitante;
  • orientare le parti bambine al corpo e al presente;
  • stabilire attività sicure e salutari  nel presente, con co-coscienza nella personalità ospitante;
  • ridurre le intrusioni dei ricordi traumatici nella personalità dell’ospite.

Questi obiettivi possono essere raggiunti parlando con le parti bambine e con i loro protettori interni. È importante ricordare che le parti bambine non sono letteralmente bambini e spesso funzionano ad un livello cognitivo superiore rispetto all’età indicata.

Modalità di fruizione

Corsi Ondemand sono formati da videolezioni registrate. Una volta acquistato, lo troverai disponibile nella tua Area riservata e potrai seguirlo quante volte vorrai per 12 mesi dalla data di acquisto. Da desktop, da tablet, da smartphone.

Docenti


Frank Corrigan

Frank Corrigan è uno psichiatra e psicoterapeuta, specializzato nel trattamento dei traumi complessi e dei disturbi...
Vai al Profilo di Frank Corrigan

Costanzo Frau

Costanzo Frau è uno psicologo-psicoterapeuta, è dottorando di ricerca presso la Manchester Metropolitan University (MMU). È Scientific and Clinical Trainer e...
Vai al Profilo di Costanzo Frau
Dolores Mosquera

Dolores Mosquera

Dolores Mosquera. Psicologa, psicoterapeuta spagnola. Specializzata nel trattamento dei Disturbi della Personalità, dei traumi complessi e della dissociazione. Lavora privatamente a...
Vai al Profilo di Dolores Mosquera

Daniela Rabellino

Daniela Rabellino è psicologa-psicoterapeuta. Vive in Canada dove svolge attività clinica privata ed è ricercatrice presso la Western University di London (ON) e...
Vai al Profilo di Daniela Rabellino

Bethany Brand

Bethany Brand, PhD, è professoressa di psicologia alla Towson University ed è specializzata nella valutazione e nel trattamento dei disturbi correlati al trauma. Ha...
Vai al Profilo di Bethany Brand

Colin Ross

Colin Ross - psichiatra e psicoterapeuta - è un clinico, ricercatore, autore e docente di fama internazionale nel campo della dissociazione e dei disturbi legati al...
Vai al Profilo di Colin Ross

Emanuele Pasquali

Emanuele Pasquali é uno psicologo psicoterapeuta specializzato nel trattamento dei disturbi di personalitá, post-traumatici e dissociativi. Ha lavorato presso enti...
Vai al Profilo di Emanuele Pasquali
Giovanni Tagliavini

Giovanni Tagliavini

Psichiatra e psicoterapeuta, si occupa di diagnosi e terapia dei disturbi traumatici complessi, in un’ottica integrativa che cerca di collegare una prospettiva psicodinamica/di attaccamento con il...
Vai al Profilo di Giovanni Tagliavini

Paola Bertulli

Paola Bertulli é una psicologa psicoterapeuta specializzata nel trattamento dei disturbi di personalità, post-traumatici e dissociativi. Svolge attività clinica a...
Vai al Profilo di Paola Bertulli

19 recensioni per questo corso

  1. Bice Di Candia (proprietario verificato)

    Ottima formazione, molto ricca di materiale e di approfondimenti nel lavoro clinico.

  2. Cristina Settimi (proprietario verificato)

    Molto interessante

  3. lucia chercher (proprietario verificato)

    ottima formazione per chi si occupa di disturbi dissociativi complessi e traumi di attaccamento ,completa ,affronta l’utilizzo di vari approcci BDR approccio che non conoscevo ,sono un terapeuta emdr , ma trovo l integrazione dei 2 approcci molto interessante da approfondire nella clinica con questi pazienti

  4. Mariana Dolores Padriali (proprietario verificato)

    ottimo|!

  5. Pietro Ganci (proprietario verificato)

    Eccellente

Carica altre recensioni
Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

147,00  IVA inclusa

Have no product in the cart!
0