L’evoluzione del concetto di autismo

L’evoluzione del concetto di autismo

La descrizione del quadro clinico dell’autismo ha 130 anni di storia. Nel 1943 il disturbo è stato definito con questo nome e precisato da Leo Kanner.

In un primo tempo l’autismo veniva attribuito erroneamente a una disfunzione precoce del rapporto madre-bambino. Poi, negli anni Settanta, studi condotti sui gemelli hanno tolto ogni dubbio in merito alla sua natura neurobiologica.

Il mito dell’autismo come «una» malattia, inguaribile, è devastante per le famiglie, può portare fuori strada gli stessi professionisti, e contribuisce insieme ad altri fattori socio-culturali ed economici alla attuale «epidemia» di autismo con valori di prevalenza molto alti e un eccesso di diagnosi.

La realtà è quella di comportamenti autistici che si manifestano in diversi disturbi del neurosviluppo per lo più in comorbidità con altri disturbi come quelli del linguaggio, l’ADHD, ecc., con differenti evoluzioni, spontanee o in seguito a cure specifiche.

Risulta molto importante la diagnosi differenziale con differenti sindromi e con altri quadri in cui la comunicazione è compromessa (disturbi disprassici, del linguaggio, sindrome di Tourette a esordio precoce, ecc.).

Sblocca i tuoi 50 crediti ECM in omaggio con i corsi FCP con ECM

Parole chiave: Autismo, Disturbi dello Spettro Autistico, sindrome di Tourette, disprassia oro-manuale, disturbi del linguaggio.

 

Scarica l’articolo integrale

In sinergia con Edizioni Centro Studi Erickson, puoi scaricare il PDF dell’articolo integrale del Dott. Michele Zappella, Research Coordinator, Foundation for Autism Research, NY US

Download PDF: “L’evoluzione del concetto di autismo

[button url=”https://formazionecontinuainpsicologia.it/wp-content/uploads/2018/09/Articolo-Erickson_Zappella_Autismo.pdf” class=”” bg=”” hover_bg=”” size=”0px” color=”” radius=”0px” width=”0px” height=”0px” target=”_self”] Scarica l’Articolo [/button]

 

Il Master Erickson

 

Condizione Professionale

La tua Regione

Condizioni di Servizio, la Policy Privacy e la Policy Cookies, ai sensi del GDPR (General Data Protection Regulation) con riferimento al Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati in vigore dal 25/05/2018"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>