Accedi

I principi chiave del NeuroAffective Relational Model™ [NARM]

Laurence Heller
Il Dott. Laurence Heller è il fondatore del NeuroAffective Relational Model ™ (NARM), un approccio sistemico unificato per lavorare con problemi di sviluppo e traumi da shock. Questo modello è...
I principi chiave del NeuroAffective Relational Model™ [NARM]

Il NeuroAffective Relational Model (NARM) è un metodo di psicoterapia specificamente mirato a trattare l’attaccamento, il trauma relazionale e dello sviluppo, altrimenti indicato come “Trauma complesso” (Complex-PTSD o C-PTSD).

Il NARM è un modello orientato allo sviluppo, poggiato su basi neuro-scientifiche, che prende corpo da precedenti orientamenti psicoterapici tra cui la psicoterapia psicodinamica, la teoria dell’attaccamento, la terapia della Gestalt e diversi approcci della psicoterapia somatica.

Sviluppato dal dott. Laurence Heller nel corso della sua carriera clinica di 45 anni, il NARM è stato introdotto per la prima volta nel suo libro “Healing Developmental Trauma: How Early Trauma Affects Self-Regulation, Self-Image, and the Capacity for Relationship

Il modello NARM è un potente approccio terapeutico per affrontare le esperienze traumatiche dell’infanzia e le sue conseguenze a lungo termine, come evidenziato nello studio ACE. Non è ciò che è accaduto in passato a creare i sintomi disfunzionali in età adulta, quanto la persistenza di specifici stili di sopravvivenza che in infanzia / adolescenza potevano essere adeguati, ma che distorcono poi l’esperienza presente e creano sintomi. Questi schemi di sopravvivenza, sopravvissuti alla loro utilità, creano disconnessione continua dal nostro sé autentico e dagli altri. Ad esempio, la dissociazione e l’isolamento sono i meccanismi primari per affrontare il primo trauma in infanzia / adolescenza, hanno letteralmente “salvato la vita” a delle persone, ma possono creare infiniti sintomi se permangono anche in età adulta.

L’approccio N.A.R.M. per lavorare con il trauma dello sviluppo (C-PTSD)
L’approccio N.A.R.M. per lavorare con il trauma dello sviluppo (C-PTSD). MasterClass con il Dr. Laureance Heller

Sono anche le distorsioni dell’identità che si sviluppano in risposta al trauma precoce che creano sofferenza continua. Ad esempio, i bambini sperimentano sempre il “fallimento ambientale / familiare” come il proprio fallimento. Banalmente: se un bambino cresce con genitori non amorevoli, non è in grado di vedere che questo è il fallimento dei loro genitori, non il suo. Tenderà a sviluppare un senso di sé come “bambino non amabile“. Un elemento chiave nel modello NARM è il lavoro sul bisogno inconscio di protezione della relazione di attaccamento, prima con il bambino e poi con l’adulto. Lo fanno in un processo chiamato “splitting“.

Il modello clinico NARM ha tecniche precise ed efficaci per lavorare con i temi chiave della distorsione dell’identità e della disregolazione fisiologica.

Nell’approccio NARM, lavoriamo contemporaneamente con la psicologia e la fisiologia degli individui che hanno subito un trauma dello sviluppo e ci concentriamo sull’interazione tra questioni di identità e capacità di connessione e regolazione.

 

Principi chiave del NeuroAffective Relational Model™

Il modello NARM si concentra sui compiti fondamentali e sull’unità funzionale dello sviluppo psicologico e biologico. È un modello “non regressivo”, “non catartico” e “non patologico”.

I quattro pilastri sottostanti forniscono uno schema per il processo terapeutico clinico.

 

Corsi correlati

Corso Online
Lo psicologo consulente sul Sonno dei Bambini. Ed. 2024
La live si terrà il 04 giugno 2024
193€ 157€
o 52 € al mese a tasso 0.
Iscriviti al corso

Articoli correlati

Polyvagal Theory
Co-regolazione: come i nostri sistemi nervosi si parlano
Il concetto di co-regolazione si inserisce all’interno della Teoria polivagale, sviluppata da...

Partecipa lasciando un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>