Psicologia ONLINE: alcune indicazioni dell’APA American Psychological Association

Questo articolo ha lo scopo di illustrare ai professionisti sanitari, finora principalmente impegnati nella tradizionale terapia in studio, i benefici che i servizi di telepsicologia possono apportare al loro lavoro. L’articolo presenterà, in maniera pratica e passo per passo, l’applicazione e l’implementazione della metodologia, che contribuirà ad aumentare la competenza degli psicologi e degli psicoterapeuti.

La fornitura di servizi psicologici è andata oltre i confini dell’ufficio personale, dell’ospedale, delle associazioni e della clinica, ed è riuscita a superare anche restrizioni di accesso, liste di attesa, malattie, disabilità, lavoro, stigmatizzazione, trasferimento e persino condizioni meteorologiche. La telepsicologia ha infatti collegato i clienti con gli psicologi in modi che la tradizionale terapia “in ufficio” non ha potuto, migliorando la continuità e la specializzazione delle cure.

La telepsicologia: che cos’è?

Strumenti di telepsicologia sono stati inconsapevolmente utilizzati dai medici già da molti anni, probabilmente senza pensare di star già utilizzando la pratica della telepsicologia. Dato che la telepsicologia è definita come “la fornitura di servizi psicologici mediante tecnologie di telecomunicazione“, i clinici che hanno utilizzato telefono, dispositivi mobili e fax durante il loro lavoro con i clienti hanno utilizzato metodologie di telepsicologia!

I progressi nelle telecomunicazioni hanno ampliato la pratica della telepsicologia per includere la fornitura di servizi psicologici utilizzando dispositivi e attività come videoconferenza interattiva, e-mail, chat e messaggistica, per non parlare dell’uso di Internet con blog, siti Web di auto-aiuto e social media. La comunicazione interattiva con i clienti che avviene in tempo reale, ad esempio al telefono o tramite videoconferenza, viene spesso definita sincrona, mentre la comunicazione tramite e-mail, fax o forum di discussione è considerata asincrona.

La telepsicologia può essere utilizzata per aumentare le sessioni di psicoterapia ‘di persona’ o come metodo principale per fornire il servizio clinico. Gli usi più comuni della telepsicologia per aumentare le sessioni di persona comprendono sessioni telefoniche per verificare i progressi o per affrontare una questione urgente, inviare via e-mail con informazioni supplementari o collegamenti a risorse, inviare messaggi di testo con appuntamenti, l’uso di app di salute mentale per il monitoraggio o il monitoraggio stesso dei comportamenti con il completamento di strumenti di test o valutazione online.

Tecniche e metodologie pratica clinica online

E’ utile?

La telepsicologia è una risorsa valida e preziosa per gli psicologi e per il pubblico. Ai professionisti che stanno prendendo in considerazione l’aggiunta della telepsicologia alle loro modalità di terapia spetta comprenderne sia il potenziale, per fornire servizi necessari e di qualità, sia l’insieme di conoscenze, strumenti, competenze, preparazione e formazione,  linee guida e i regolamenti che regolano la pratica legale ed etica della telepsicologia,per finire coni i rischi e le strategie di gestione dei rischi.

Suggerimento per la gestione del rischio: gli psicologi devono cercare esperienze di formazione adeguate a sviluppare e mantenere la competenza nel tenere questi servizi di telepsicologia.

Esperienze di formazione continua in settori di competenza clinica, tecnica, emotiva e culturale possono essere ottenute attraverso webinar, seminari, revisioni della ricerca e consulenza. Dato che si tratta di modalità in via di sviluppo, bisogna rimanere aggiornati sugli sviluppi della tecnologia ma anche sulle questioni etiche, commerciali e normative, sugli studi clinici e su tutti gli altri fattori che condizionano questa modalità di offerta di servizio terapeutico.

Perché è un settore in crescita?

Le persone in cerca di un sostegno psicologico si sono scontrate con limiti che ne hanno spesso impedito l’accesso, causando la mancata assistenza psicologica necessaria. La telepsicologia può ridurre o eliminare molte difficoltà all’accesso alle cure mentali. Di conseguenza, la telepsicologia offre anche opportunità che non sono realizzabili con le tradizionali terapie cliniche in studio. Di seguito sono descritte limiti e opportunità di questa metodologia.

Barriere geografiche

La vita rurale è stata identificata come una sfida per i servizi di benessere psicologico a causa dei suoi diversi problemi, della difficile situazione di disparità di salute, inaccessibilità fisica e mancanza di informazioni. Se però viene garantito l’accesso alla tecnologia di base, la videoconferenza è ora possibile con una minima formazione tecnologica per il cliente in materia di sicurezza, riservatezza e protocollo per l’accesso e la gestione dei dati. La telepsicologia, quindi, offre l’opportunità di servizi psicologici indipendentemente dalla posizione e dall’accesso fisico dimostrando una grande utilità nell’aumentare significativamente il trattamento della salute mentale per queste persone.

Status di povertà economica

Le persone che vivono in condizioni di povertà incontrano molteplici barriere, alcune prettamente personali mentre altre causate e mantenute dal contesto e dagli individui appartenenti ad esso, in cui le persone in condizioni di povertà sono spesso costrette a vivere. Per accedere ai servizi psicologici di persona, le persone che vivono in condizioni di povertà devono uscire dal proprio ambiente in circostanze spesso intimidatorie e ansiogene. L’intimidazione può essere tanto forte da ridurre la speranza di un aiuto utile, scoraggiando la ricerca di una cura.

Isolamento sociale

Le persone che potrebbero cercare servizi di sostegno psicologico possono vivere in zone rurali, piccole città o aree urbane, ma se stanno vivendo esperienze di depressione, ansia o altri sintomi che tendono a isolarli dalla loro comunità o da altri che potrebbero essere all’interno del loro gruppo di supporto, l’accesso fisico ai servizi risulterebbe comunque irrilevante. Gli isolati diventano solo più isolati in quanto evitano l’accesso alle informazioni, gli eventi culturali, l’intrattenimento, sport, cerimonie religiose e attività della comunità. Questi individui diventano quindi invisibili alle proprie comunità e ai propri amici. La telepsicologia, per queste persone, è un’opportunità che permette di impegnarsi in un rientro graduale nel loro lavoro e nelle comunità sociale impegnandosi in servizi che non richiedono un iniziale abbandono delle loro zone di comfort.

Limiti economici e del trasporto pubblico

Le persone che vivono nelle aree urbane possono avere difficoltà di trasporto tanto quanto coloro i quali vivono in zone rurali. In genere, i limiti del trasporto pubblico riguardano la non disponibilità del servizio, il costo proibitivo o la perdita di tempo irragionevole. I limiti economici vanno oltre la semplice tariffa per il servizio, in quanto si riscontrano problemi sia nel costo del trasporto, sia nella durata delle ore impiegate per raggiungere il luogo di lavoro che viene sottratto al tempo libero. Essere esperto dei piani assicurativi, comprendere i parametri contrattuali e superare persistentemente con successo sia i limiti del trasporto pubblico sia la burocrazia finanziaria, sono spesso tutti fattori di risoluzione anticipata. La telepsicologia rimuove questi ostacoli, sebbene rimanga il costo dei servizi. Tuttavia, la rimozione di altri costi e barriere logistiche costituisce un vantaggio significativo nella ricerca e nel proseguimento dei servizi di salute mentale.

Barriere attitudinali

Sebbene le campagne di informazione e educazione pubblica, così come altri sforzi di servizio, abbiano fatto importanti passi in avanti sull’evitare una stigmatizzazione dei bisogni di salute mentale, lo stigma non è stato superato da molti che invece ne trarrebbero beneficio. Pregiudizio familiare, convinzioni culturali, stereotipi sociali e anticipazione di vergogna e ridicolizzazione impediscono a molte persone di accedere ai servizi di cui hanno bisogno. Gli individui che sono membri di popolazioni emarginate possono essere riluttanti a cercare servizi dato lo sfruttamento e il maltrattamento a cui sono stati storicamente accostati. La telepsicologia offre privacy e protezione da fonti esterne di critica e dall’impegno con altri in merito ai servizi. Gli individui che sono autocritici, tuttavia, possono ancora sperimentare qualche stigmatizzazione, ma la privacy della telepratica e la competenza del clinico possono aumentare l’accettazione dei servizi.

Accesso a competenze specifiche

Negli ultimi anni si sono sviluppate pratiche specialistiche che offrono agli individui un trattamento nei disturbi alimentari, terapia comportamentale dialettica, terapia traumatologica, abuso di sostanze e altre esigenze terapeutiche mirate. Coloro che hanno superato o non sperimentato le altre barriere menzionate possono scoprire che i professionisti nella loro comunità non sono competenti nel trattare le loro preoccupazioni specifiche. La pratica intergiurisdizionale rimane una limitazione a seconda della posizione del cliente e del professionista; tuttavia, all’interno di uno stato o di una giurisdizione, la pratica a distanza è un’opportunità offerta dalla telepratica che elimina i viaggi e ulteriori barriere logistiche.

Limiti di natura pratica/logistica

Le modalità terapeutiche classiche per i servizi psicologici che prevedono l’incontro tra terapeuta e paziente sono state accettate negli anni come protocollo etico e professionale da applicare in ogni occasione. Molte di queste pratiche sono però proibitive per chi necessità di un colloquio clinico. Ad esempio, l’ora di 50 minuti, ossia l’incontro settimanale che in genere si richiede al paziente, risulta accessibile per un contesto d’ufficio. Le persone che hanno però più lavori, programmi di attività irregolari o nessun controllo sulle loro esigenze di lavoro spesso non sono in grado di rispettare il convenzionale colloquio di un’ora. Anche coloro che hanno figli, familiari ammalati e responsabilità per gli altri potrebbero non essere in grado di programmare in anticipo in modo prevedibile. La telepsicologia richiederebbe ancora la pianificazione e la programmazione; tuttavia, le difficoltà poste da ulteriori requisiti di tempo e variabili imprevedibili possono essere risolte più facilmente attraverso le telecomunicazioni.

Cosa si dovrebbe fare nell’applicazazione dei servizi di telepsicologia

Gli psicologi dovrebbero essere attenti e strategici nel decidere se utilizzare le tecnologie di telecomunicazione. Le seguenti sono considerazioni su quando scegliere di implementare la telepsicologia con clienti specifici e i loro particolari problemi:

  • L’uso dei servizi di telepsicologia dovrebbe essere considerato tanto efficace quanto i servizi tradizionali e dovrebbe essere determinato da risultati basati su prove riguardanti le variabili del cliente e l’applicazione delle tecniche o degli approcci teorici impiegati.
  • Rivedere la letteratura disponibile per supportare l’uso della telepsicologia con la diagnosi specifica di ciascun cliente.
  • Lo psicologo dovrebbe rivedere le leggi attuali, nonché le regole normative al fine di garantire pratiche regolari e legali.
  • Prendere una decisione sull’uso della tecnologia principalmente sulla base dell’adeguatezza per il singolo cliente.
  • Sviluppare un piano per l’utilizzo della telepsicologia e della tecnologia con i clienti che delineino un profilo logico-razionale. Discutere il motivo dell’introduzione della modalità di telepsicologia con il cliente e ottenere il suo consenso informato.
  • Discutere e affrontare le nuove questioni di riservatezza e sicurezza che sorgono con l’introduzione della componente telepsicologica in terapia, compresa la protezione dell’area in cui il paziente si troverà durante le sessioni di telepsicologia.
  • Esercitarsi a utilizzare l’attrezzatura e il software per garantire che il paziente sia a suo agio e in grado di impegnarsi in telepsicologia.
  • Effettuare un monitoraggio continuo per garantire che la telepsicologia continui a soddisfare lo scopo terapeutico previsto.
  • Una competenza tecnologica di base dovrebbe essere garantita sia per lo psicologo che per il cliente. Nel valutare i progressi di un cliente, lo psicologo dovrebbe anche valutare l’uso della tecnologia.
  • Unirsi o creare una rete permanente di altri psicologi che usano la tecnologia nel loro lavoro per fornire consulenza e supporto continui.
  • Effettuare una valutazione periodica dell’utilità clinica della tecnologia utilizzata per determinare se continuare a utilizzarla.

Domande da porsi prima e durante l’uso della telepsicologia

Inoltre, gli psicologi che decidono di integrare la telepsicologia nelle loro pratiche saranno in grado di rispondere a queste domande in modo sicuro e completo:

  • Quanto ne so della ricerca clinica/letteratura professionale, comprese le linee guida, sull’uso della telepsicologia? Esistono alternative migliori, più sicure o più efficaci?
  • Quanto ne so delle politiche legali o regolamentari nel mio stato che regolano l’uso di servizi sanitari telematici?
  • Quanto ne so della tecnologia che voglio usare nella mia pratica? In particolare, quali sono i benefici e quali sono i rischi?
  • Come monitorerò e garantirò l’adeguatezza del trattamento, la competenza tecnologica, la riservatezza e la sicurezza, la conoscenza delle risorse di emergenza e l’apprendimento continuo?
  • Come identificherò e gestirò il rischio?

Conclusione

La tecnologia trasforma la vita quotidiana in modi impensabili fino a qualche anno fa. Anche la psicologia è ugualmente influenzata, con conseguente bisogno di guida sia per gli psicologi junior che per i professionisti più esperti. Gli studenti e i neopsicologi stanno imparando ad applicare gli standard terapeutici alla loro familiarità con la tecnologia, mentre gli psicologi che non sono esperti di tecnologia stanno imparando ad applicare nuovi strumenti alla loro esperienza nella pratica tradizionale. È evidente come ci sia spazio per tutti, per imparare e per adattarsi.

Questo articolo ha guidato il lettore attraverso le fasi preliminari della pratica telepsicologica. Una nuova modalità di pratica può essere scoraggiante, in particolare una come la telepsicologia, che richiede un riorientamento del modo in cui gli psicologi pensano, degli standard di cura e di come conducono le loro pratiche. Gli psicologi che stanno prendendo in considerazione la telepsicologia in genere vogliono sapere quanto quali sono i vantaggi e i suoi limiti, cosa devono sapere, come possono assicurarsi di esercitare nel loro campo di applicazione e nei limiti della pratica etica e legale, cosa devono fare per procedere.

Queste e altre domande hanno una risposta qui così come suggerimenti  che forniscono una guida agli psicologi nel loro processo decisionale. I professionisti della psicologia sono all’avanguardia nell’offrire i servizi ai clienti / pazienti negli ambienti fiorenti in cui praticano e nell’espandere l’ambito della pratica. Gli psicologi possono scegliere il grado, la profondità, il tipo e la forma in cui partecipano alla telepsicologia. Questo articolo ha lo scopo di aiutare a fare queste scelte.

 

Fonte

Traduzione libera dell’articolo “Telepsychology Practice: Primer and First Steps” di APA
https://psycnet.apa.org/fulltext/2020-20929-001.html

Condizione Professionale

La tua Regione

Condizioni di Servizio, la Policy Privacy e la Policy Cookies, ai sensi del GDPR (General Data Protection Regulation) con riferimento al Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati in vigore dal 25/05/2018"
04/06/2020

3 responses on "Psicologia ONLINE: alcune indicazioni dell'APA American Psychological Association"

  1. Spunti che non avevo preso in considerazione…grazie!

  2. Articolo davvero interessante!! Grazie Redazione FCP, i vostri articoli sono sempre attenti e puntuali.

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Certificati di partecipazione
Ogni corso rilascia l'attestato di partecipazione

Corsi ondemand sempre tuoi
Saranno tuoi a vita, sempre accessibili nella tua mediateca personale

Dove vuoi, quando vuoi
Corsi ondemand e webinar fruibili da pc, tablet e smartphone

Qualità garantita
Un'offerta formativa di alta qualità, pratica, spendibile, modulare

© 2012-2018 Tutti i diritti riservati. FormazioneContinuaInPsicologia.it è di proprietà di Liquid Plan srl, p.iva 11818651009
0