Dal dolore all’integrazione: saper elaborare il lutto

Come elaborare il lutto nella società attuale, caratterizzata dalla frenesia e dalla fretta.

Sempre più spesso si assiste alle difficoltà che le persone incontrano nel parlare di concetti come la perdita e la morte.

La famiglia, la scuola, i media incontrano grosse difficoltà nell’affrontare episodi di vita che li portano a contatto con i temi della perdita, della malattia e della morte di persone care. In questo contesto diventa difficile superare ed elaborare il dolore connesso ad un lutto: in un contesto isolato, in cui i rituali si stanno svuotando del loro significato e non sono più in grado di raggiungere l’intimo sentimento delle persone, divenendo delle formalità poco sentite, diventa sempre più complesso per il singolo trovare dentro ed intorno a sé le risorse e gli strumenti per affrontare la perdita.

Normalmente quando si sente parlare di lutto si pensa ad una situazione in cui una persona cara viene a mancare. Sicuramente il prototipo del lutto riguarda la morte di qualcuno a cui si è affezionati, ma la sensazione di perdita non è relativa solo a questo frangente.

Ogni perdita può causare sofferenza in moltissime altre situazioni.

Il lutto, infatti, viene definito come una risposta naturale e fisiologica a qualsiasi situazione in cui la persona sperimenta un distacco doloroso e definitivo da qualcuno o da qualcosa di importante, non solo la morte quindi ma anche il divorzio o la rottura di un rapporto, la perdita di un lavoro, la morte di un animale domestico, ecc.

Che sia stato un evento a cui eravamo preparati, o che l’evento sia stato improvviso, le reazioni di chi vive un lutto o una perdita costituiscono un percorso doloroso, caratterizzato da alcune fasi specifiche.

L’esperienza del lutto porta con sé vissuti di profondo dolore connessi alla perdita, alla separazione, al senso di vuoto e di solitudine. Il processo di elaborazione del lutto richiede tempo per poter passare da un vissuto di perdita, ad un vissuto di integrazione di ciò che manca. Le persone in lutto soffrono profondamente e provano sensazioni ed emozioni mai vissute in precedenza. L’elaborazione del lutto richiede di affrontare la separazione dalla persona o dall’oggetto, ma richiede anche e soprattutto di ricostruire l’immagine di lui all’interno di noi.

Nella nostra società, chi è in lutto rimane spesso isolato in una sofferenza che non trova uno spazio di ascolto e che fatica ad esprimersi o non sa come farlo: quindi senza possibilità di condividerlo ed elaborarlo.

L’elaborazione diventa complicata quando l’individuo non ritiene di avere le risorse sufficienti per reggere il mondo senza la persona o la cosa perduta. Il lutto non è quindi di per sé una malattia, ma se sottovalutato o non affrontato può “cronicizzarsi” e divenire fonte di grande sofferenza: circa un terzo delle persone che hanno subito la perdita di una persona significativa va incontro a una condizione dolorosa che viene per lo più ricondotta nell’ambito dei disturbi depressivi e dei disturbi d’ansia. Apprendere a gestire le perdite è una risorsa che deve essere appresa culturalmente e un individuo deve farne esperienza fino a che inizia a confidare in essa.

È in questo scenario che può rivelarsi utile la presenza dello psicologo come consulente nell’elaborazione del lutto: aiutare l’individuo a riconoscere che il dolore ha un senso e va accettato, “è successo qualche cosa di molto brutto e piano piano posso rendermene conto”. Di qualsiasi perdita si tratti lo psicologo può aiutare la persona a vivere e ad affrontare le diverse fasi che il lutto necessariamente comporta.

Che si tratti della perdita di uno status sociale, di un ruolo, della morte di un animale domestico  o di una persona cara è attraverso l’espressione del dolore e la messa in campo di nuove risorse emotive e cognitive che diviene possibile non solo uscirne ma accettare il cambiamento avvenuto nella propria vita. 

Partecipa alla prossima edizione del mio corso online “La perdita e il lutto: contesti applicativi e tecniche di intervento” in cui verranno fornite le conoscenze teoriche ma anche le competenze e tecniche utili per proporti come consulente esperto nell’elaborazione del lutto

Ti interessa? Prenotati, i posti sono limitati!

Condizione Professionale

La tua Regione

Condizioni di Servizio, la Policy Privacy e la Policy Cookies, ai sensi del GDPR (General Data Protection Regulation) con riferimento al Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati in vigore dal 25/05/2018"

11 responses on "Dal dolore all'integrazione: saper elaborare il lutto"

  1. Rossella Pisacane18/10/2013 at 07:10Rispondi

    Salve,
    ho evito dal e-mail che potrebbe esserci un corso riguardo l’argomento. Vorrei gentilmente sapere Dove, quando e a che prezzo.
    Cordiali saluti R. P.

  2. Gentile dott.ssa Pisacane,
    il corso su “La consulenza nell’elaborazione del lutto e della perdita” si terrà sia a Roma, il 30 Novembre, sia a Milano il 14 Dicembre. il costo del corso è di 165€.

    Per iscriversi sulla giornata di Roma, può collegarsi alla pagina http://www.psicologialavoro.it/evento/corso-roma-la-consulenza-nellelaborazione-del-lutto-della-perdita/, aggiungere il prodotto al carrello e procedere al pagamento tramite bonifico o paypal, per garantirsi il posto in aula.

    Stessa procedura se, invece, è interessata al corso su Milano, alla pagina http://www.psicologialavoro.it/evento/corso-milano-la-consulenza-nella-elaborazione-del-lutto-e-della-perdita/

    Buona Giornata 🙂
    Valeria

  3. Salve, sarei interessata a partecipare al corso di roma del 30 novembre e sto valutando come organizzarmi, vorrei sapere a quale stazione mi consigliate di scendere? vengo dalla toscana e quanto dista la stazione con la metro o con autobus?
    nei prossimi giorni conto di iscrivermi
    grazie
    Denise

    • Buongiorno Denise e bentrovata 🙂
      Puoi comodamente scendere a Roma Termini, prendere la Metro A direzione Anagnina e scendere alla fermata Ponte Lungo (5 o 6 fermate circa). Una decina di minuti scarsi.
      La sede è poi a 5/600m dalla fermata.

      per qualsiasi cosa contattaci pure alla email formazione [@] psicologialavoro.it

      buona giornata
      nicola 🙂

  4. ok grazie

  5. Vorrei sapere se rifarete il corso a Milano visto che non c’è più spazio per iscriversi

  6. Vorrei sapere se è prevista la modalità online per questo corso. Grazie!

  7. Salve, sono una psicologa di Messina. Nella mia città non ci sono corsi relativi a questo argomento. Vorrei sapere quando sarà riattivato un nuovo corso on line. Se vi è incluso anche un modulo su come affrontare la morte di un animale domestico e la morte violenta e repentina ( come un incidente).
    Grazie

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Certificati di partecipazione
Ogni corso rilascia l'attestato di partecipazione

Corsi ondemand sempre tuoi
Saranno tuoi a vita, sempre accessibili nella tua mediateca personale

Dove vuoi, quando vuoi
Corsi ondemand e webinar fruibili da pc, tablet e smartphone

Qualità garantita
Un'offerta formativa di alta qualità, pratica, spendibile, modulare

© 2012-2018 Tutti i diritti riservati. FormazioneContinuaInPsicologia.it è di proprietà di Liquid Plan srl, p.iva 11818651009
0

Possiamo aiutarti?

Compila i seguenti campi per contattarci in caso di dubbi o problemi con i nostri servizi.

 

Grazie!
Ti ricontatteremo via email.