Yoga per il Dolore cronico

Arielle Schwartz
Arielle Schwartz, PhD è una Psicologa clinica, specializzata in Terapia EMDR, psicoterapeuta somatica e istruttrice di yoga certificata. È una formatrice ricercata a livello internazionale che pres...
Yoga per il dolore cronico

Lo yoga è un approccio globale e olistico alla guarigione della mente e del corpo che coinvolge la meditazione, la consapevolezza del respiro, l’indagine spirituale e il vivere una vita etica. La parola yoga è tradotta come “unione”, l’unione di mente e corpo attraverso una disciplinata consapevolezza di sé. Nella maggior parte delle lezioni di yoga, un insegnante ti guida a muoverti con il respiro, a concentrare la mente sul momento e a coltivare un senso di curiosità verso te stesso.

Nello yoga terapeutico, l’indagine personale diventa il tuo più grande insegnante. C’è una minore enfasi sulle direttive di un insegnante esterno che guida la forma esterna di una postura e una maggiore attenzione alla consapevolezza sensoriale che guida i movimenti intuitivi e curativi.

Le esperienze di dolore cronico sono spesso debilitanti e possono cambiare la vita. È normale sentirsi impotenti e sopraffatti. È importante avere pratiche prevedibili che offrano sollievo al corpo, alla mente e allo spirito. I principi dello yoga terapeutico per il dolore cronico ti forniscono linee guida per la tua pratica.
-Dott. Arielle Schwartz

 

Yoga per il dolore cronico

È importante avvicinarsi allo yoga con attenzione e ascoltare il proprio corpo per evitare di creare sopraffazione o esacerbare condizioni di dolore cronico. In altre parole, dobbiamo regolare il nostro ritmo quando vogliamo guarire il corpo dalle condizioni di dolore cronico.

Col tempo puoi ritrovare un senso di sicurezza nel tuo corpo e aumentare la tua capacità di sentire. Forse avverti oppressione ai fianchi o tensione al petto. Una volta che senti le tue sensazioni puoi usare gli strumenti del respiro e del movimento per lavorare con il tuo dolore, invece che contro di esso. Potresti notare che sorgono emozioni vulnerabili. Quando è il momento giusto, permettiti di liberarti e di lasciar andare come parte della tua guarigione.

A seguire, esponiamo i principi dello yoga terapeutico per il dolore cronico utili per costruire una pratica efficace.

Creare un ambiente sicuro

Non esiste un unico tipo di ambiente adatto a tutti. Lo spazio dedicato allo yoga deve essere sicuro per te. A volte questo significa trovare una stanza che non abbia specchi o un insegnante che enfatizzi l’esperienza interiore invece dell’aspetto esteriore o della postura.

Focus sulla scelta

David Emerson, autore di Trauma-Sensitive Yoga in Terapia (2015) sottolinea che lo yoga terapeutico offre l’opportunità di “esercitarsi a fare delle scelte” in base a ciò che ti sembra giusto. Il dolore cronico non è una scelta. Potresti sentirti impotente o impotente nel cambiare la tua esperienza. La pratica yoga si concentra sull’esplorazione momento per momento del corpo, del respiro, del comportamento. Cerca cambiamenti sottili che ti facciano sentire bene. Le scelte possono aiutarti a sentire che hai possibilità di scelta!

 

Il Trauma Sensitive Yoga in Terapia

Trauma Sensitive Yoga

 

Aumentare la consapevolezza corporea

Guarire il dolore cronico richiede di aumentare la consapevolezza somatica. Lo yoga è una pratica di mindfulness che si concentra sulla respirazione e consente alla consapevolezza somatica di guidare i movimenti. Uno dei miti più comuni sulla mindfulness è che praticandola ti sentirai rilassato. A volte ti sentirai più calmo, ma non sempre.

In realtà, l’attenzione focalizzata può aumentare la consapevolezza di emozioni turbolente o sensazioni dolorose che forse stavi evitando. Tuttavia, la mindfulness può darti gli strumenti per lavorare in modo più consapevole con le esperienze difficili. Sviluppa la tua capacità di restare con emozioni e sensazioni dolorose senza giudizio.

Concentrarsi sul bene

L’attenzione al disagio corporeo deve essere bilanciata con l’attenzione agli stimoli non legati al dolore per evitare inondazioni e sopraffazione. Nello yoga pratichiamo l’arte di dirigere e focalizzare l’attenzione. Le sensazioni di dolore possono essere travolgenti; quindi possiamo alternare la consapevolezza del dolore con la consapevolezza delle sensazioni piacevoli (o neutre).

Ad esempio, potresti percepire il dolore alla spalla e quindi portare la tua attenzione sulla punta del naso prestando attenzione al movimento dell’aria mentre inspiri ed espiri. Oppure potresti preferire alternare una sensazione di dolore e un’osservazione esterna come guardare la fiamma di una candela.

 

EMDR e Psicologia Somatica per il Dolore e la Malattia Cronica

EMDR e Psicologia Somatica per il Dolore e la Malattia Cronica, con Arielle Schwartz

 

Trova movimenti curativi

Una volta che hai sviluppato la tolleranza per le sensazioni, puoi utilizzare le posizioni fisiche dello yoga come un’opportunità per la scoperta di te stesso. Secondo Alan Fogel, autore di Body Sense (2009), la consapevolezza del dolore diventa un’opportunità per recuperare movimenti curativi che sono stati soppressi, a volte molti anni fa.

Ti alzi in piedi e allunghi le braccia al cielo. Quanto può essere bello espandere ed estendere gli arti lunghi e distesi. Forse ti abbassi sulle mani e sulle ginocchia e ti raggomitoli in una forma piccola e contratta.

Nelle mie lezioni di yoga terapeutico, mi piace invitare i partecipanti a muoversi in modo intuitivo. Le forme che creerai con il tuo corpo non avranno un nome, né esiste un obiettivo per cui le posture siano perfettamente allineate. Piuttosto, i movimenti sono azioni curative.

Ad esempio, se hai un nodo alla gola chiediti se esiste un suono che corrisponde a quella sensazione. Oppure, se senti tensione nei fianchi, nota se riesci a diventare consapevole di qualsiasi tono emotivo corrispondente. Le tue sensazioni sono inviti al movimento.

Un altro esempio, la pandiculazione è un processo che coinvolge sia lo stiramento che la contrazione del corpo. I movimenti di distensione sono profondamente curativi poiché sono il modo in cui il sistema nervoso risveglia il sistema sensomotorio. Questi movimenti curativi prevengono l’accumulo di tensione muscolare cronica e aumentano il controllo volontario sui muscoli.

Ricerca della serenità

Quando lavoriamo con il dolore cronico, riconosciamo che ci sono alcuni aspetti della nostra esperienza che possiamo cambiare e altri che non possiamo. Puoi concentrarti attivamente sulla riduzione della paura che amplifica il dolore o sulla creazione di cambiamenti nello stile di vita che aumentano la salute del corpo e della mente, come un’alimentazione sana o un sonno migliore.

Tuttavia, dobbiamo anche accettare che non tutte le sfide di salute possono essere modificate, non importa quanto ci si provi. Qui puoi concentrarti sull’accettazione, sull’autocompassione, sulla resa e sull’elaborazione del dolore derivante dalla convivenza con il dolore.

Master training internazionale “Integrare le Tecniche Somatiche in Terapia”

Sollievo dal dolore cronico

Muoviti, respira, allunga, contrai e rilascia.

Spero che a questo punto tu capisca perché non ti ho indirizzato a una sequenza specifica di posizioni yoga fisiche che guariranno la tua fibromialgia, emicranie croniche o mal di schiena. Invece, spero di averti ispirato a fidarti di te stesso e del tuo corpo. Le tue sensazioni sono il tuo insegnante: il tuo yoga.

 

Articolo liberamente tradotto e adattato. Fonte: Yoga for Chronic Pain-Dr. Arielle Schwartz – drarielleschwartz.com

Corsi correlati

Corso Online
63 ECM
Master training internazionale “Integrare le Tecniche Somatiche in Terapia” Ed. 02
La live si terrà il 21 ottobre 2024
547€
o 182 € al mese a tasso 0.
Iscriviti al corso
Corso Online
35 ECM
Mindful Eating. Riconnettersi con il proprio corpo – Ed.16
La live si terrà il 27 settembre 2024
369€ 329€
o 110 € al mese a tasso 0.
Iscriviti al corso

Articoli correlati

Adolescenti
La Mindful Coping Power per Aggressività reattiva e Autoregolazione
Il Coping Power (CP) è un intervento preventivo basato sull’evidenza per i giovani con problemi...
Disturbi dell'Umore / Depressione
L’Autolesionismo E Il Suicidio: Come Prevederli E Prevenirli?
L’autolesionismo e il suicidio sono spesso correlati. Ma uno predice l’altro? E’ in generale...

One thought on “Yoga per il Dolore cronico

Partecipa lasciando un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi tag HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>